Il Partito di Berlusconi Domina nei TG delle Reti di Berlusconi

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni [AGCOM] ha diffuso i dati relativi al pluralismo politico/istituzionale in televisione per il periodo 1/31 dicembre 2021.

Le emittenti monitorate sono Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rai News 24, Rete 4, Canale 5, Italia 1, TgCom24, La7, La7d, TV8, Cielo, Sky Tg24, Nove. E sono monitorati telegiornali e programmi extra-TG.

Abbiamo focalizzato la nostra attenzione su telegiornali delle reti RAI e Mediaset, che fanno attorno al 90% degli ascolti dei TG nazionali. E, dai dati forniti da AGCOM,  relativi a “tempo di parola” [indica il tempo in cui il soggetto politico/istituzionale parla direttamente in voce. Per “soggetto” si intende in questo caso ogni singolo esponente politico/istituzionale. La somma dei tempi di parola dei singoli soggetti va a costituire il tempo di parola complessivo di ciascun partito/raggruppamento e delle istituzioni] e “tempo di notizia”, abbiamo elaborato quelli del “tempo di antenna”. Ovvero il tempo complessivamente dedicato al soggetto politico-istituzionale ed è dato dalla somma del “tempo di notizia” [indica il tempo dedicato dal giornalista all’illustrazione di un argomento/evento in relazione ad un soggetto politico/istituzionale, intendendo per soggetto politico/istituzionale il singolo esponente o il partito/raggruppamento/istituzione] e del “tempo di parola” del soggetto.

I dati del “tempo di antenna”, così come definito, sono relativi a tutte le edizioni dei seguenti telegiornali: Tg1, Tg2, Tg3, Rai News, Tg4, Tg5, TgCom24 e Studio Aperto. Nell’esaminare i dati si tenga conto che, in polemica con le nomine dei direttori dei TG della Rai, a metà novembre 2021, il M5S aveva deciso di non partecipare più ai programmi dell’emittente di Stato. Veto caduto solo con l’anno nuovo – il 10 gennaio per la precisione – ma che riguardava i talk-show e non i telegiornali.

Tutto ciò premesso, per quanto riguarda i TG della RAI, il Movimento 5 Stelle, che al di là dei sondaggi, che lasciano il tempo che trovano, resta comunque la forza politica con il maggior numero di parlamentari, è la terza forza politica per tempo di antenna a dicembre 2021.

Al primo posto troviamo invece il Partito Democratico con circa quattro ore e un quarto, seguito dalla Lega con poco meno di quattro ore. Significativa la presenza di Fratelli d’Italia, quarto partito per share of voice nei telegiornali RAI. Sicuramente sovra rappresentato rispetto alla propria presenza parlamentare. Inconsistente la presenza di Azione e +Europa-Radicali Italiani.

Se questa è la situazione in RAI il panorama cambia drasticamente per quanto riguarda Mediaset. Infatti, sulle reti del biscione il primo partito per spazio nei TG è Forza Italia con quasi sette ore e mezza. Segue l’alleato del partito di cui è leader Berlusconi, la Lega, con più di sei ore di presenza. Al terzo posto il PD, mentre il M5S scivola in quarta posizione rispetto al terzo posto in RAI, nonostante “l’apertura“, in chiave di presidenziali, del fondatore di Forza Italia, proprio a dicembre.

Sulle reti Mediaset Italia Viva ha il doppio del tempo rispetto a quello alla RAI. Al contrario Liberi e Uguali scivola all’ultimo posto con Azione/+Europa che lo scavalcano.

Insomma, nel mese del “patriota al quirinale” della Meloni, del primo sciopero generale dopo anni e del “nonno al servizio delle istituzioni” di Draghi, in cui proprio Berlusconi, il giorno prima di Natale, aveva confermato ai propri alleati la disponibilità per il Colle, nei telegiornali delle reti dello stesso Berlusconi il Cavaliere ha fatto man bassa, promuovendo chiaramente il proprio partito e naturalmente la propria immagine.

Una costante nel tempo, anche per quanto riguarda i talk-show delle reti Mediaset che, se pare portare poco all’immagine di Berlusconi e del suo partito, che rappresenta l’ennesima evidenza della sostanziale assenza di pluralismo e della urgenza di una legge efficace sul conflitto di interessi. Sic stantibus rebus c’è ben poco da festeggiare sui 30 anni del TG5, di pochi giorni fa, invece celebrati a gran voce da [quasi] tutti.

[clicca per ingrandire]

Social

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.