Cosa Dicono Online gli Italiani su Renzi

Prima l’indagine sulla fondazione Open, e la pubblicazione di pagamenti sul conto corrente di Matteo Renzi. Poi le ricostruzioni sulla “bestia” del leader di Italia Viva, con software israeliani e account fake per influenzare l’elettorato. E infine “l’ospitata” di venerdì a Otto e Mezzo e lo scontro con Travaglio e Giannini, con lo strascico sui social contro il Direttore de La Stampa e il relativo botta e risposta tra i due.

Secondo “Il Foglio”, che gli dedica la prima pagina di oggi, si tratterebbe di un assedio, addirittura di «un modello di gogna mediatico-giudiziaria che corrode la democrazia».

Ma quanto interessa e cosa ne pensano gli italiani di Matteo Renzi? Per provare a dare una risposta alla domanda abbiamo analizzato le conversazioni online [social + news online + blog e forum] relative al “Senatore di Firenze”, come ama definirsi, nell’ultima settimana.

Dall’8 novembre scorso alla mezzanotte di ieri sono state più di 160mila le citazioni online relative a Renzi, da parte di più di 10mila autori unici, i cui contenuti hanno coinvolto [like + reaction + commenti e condivisioni] quasi 785mila persone. Picco massimo venerdì 12 novembre dopo la sua presenza al programma della Gruber.

Un campione non stratificato forse non statisticamente valido, ma comunque in grado di fornire una buona panoramica sull’opinione che molti italiani hanno del leader di Italia Viva. Anche perchè tali volumi hanno generato una portata potenziale [“opportunity to be seen”] di 103,3 miliardi di impression, che stimiamo ragionevolmente essere pari a 5,1 miliardi di impression effettive, al lordo delle duplicazioni.

Numeri davvero importanti, anche grazie alla grande amplificazione mediatica, che dunque permettono di tracciare un quadro sul sentiment degli italiani relativamente al controverso leader politico.

Matteo Renzi continua a perdere follower su Facebook. Non saranno voti ma sono certamente indice di [NON] gradimento. Se questo è già un primo indicatore la conferma viene dalle evidenze qualitative della nostra analisi.

Infatti, emerge come le conversazioni online siano caratterizzate da una forte connotazione negativa nei confronti di Renzi. Negatività sia del sentiment, delle emozioni correlate alle verbalizzazioni spontanee delle persone, che degli argomenti sui quali discutono le persone, ben riassunte nella word cloud dell’infografica sottostante, con “macchina del fango” piuttosto che “soldi da Benetton”, tra gli altri, a spiccare con chiarezza.

Non a caso, a conferma di come e quanto l’opinione generale sia tutto fuorché positiva, il post relativo a Renzi che su Facebook ha creato maggior engagement nell’ultima settimana è di Andrea Scanzi che non è certo tenero nei suoi confronti. E più in generale è sempre un post del quotidiano per il quale Scanzi lavora ad aver generato il maggior coinvolgimento negli ultimi sette giorni, come mostra l’infografica di sintesi dei risultati della nostra analisi.

Insomma, il senatore spende anche qualche centinaio di euro in Facebook ads per difendersi almeno da una parte delle accuse, ma la sostanza non cambia. L’ex enfant prodige della politica italiana non piace proprio agli italiani, e forse ormai neppure ad una parte degli stessi suoi sostenitori, visto che in questi giorni si preannuncia un “regolamento di conti” alla Leopolda e pare che siano in 10 pronti ad andarsene prima del voto per il Colle.

[clicca per ingrandire]

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.