La Presenza di Giuseppe Conte sui Social

Nonostante la semiologia della dedizione nella narrazione pubblica, stando ai dati del “Global Leader Approval Rating Tracker”, nell’ultima settimana Draghi ha perso 6 punti percentuali nell’approvazione del lavoro svolto, e da diversi giorni si mormora che si stia creando un team di gestione dei social con evidentemente l’apertura dei propri account personali, Giuseppe Conte resta il leader politico con il maggior livello di gradimento.

Si è parlato molto, spesso in maniera critica, della gestione della comunicazione da parte di Casalino, e da quando Conte non è più Presidente del Consiglio, il suo social media manager, Dario Adamo, ha rilasciato diverse interviste sull’attività e la strategia sui social dell’ex Premier.

Abbiamo dunque deciso di analizzare la presenza di Conte sulle diverse piattaforme social dal 01/06/2018, quando fu ufficialmente nominato Presidente del Consiglio del cosidetto “Conte I”, al 10/04/2021.

Facebook:

Il 1° di giugno del 2018 Conte aveva già una presenza solida su Facebook con una fanbase di 257.415 follower. Al 10 aprile i follower sono diventati 4.661.112. Il secondo politico italiano per numero di follower, dietro a Salvini che si attesta a 4.861.867 follower ed ha in corso diverse campagne attive su Facebook per acquisire altri follower. Al contrario l’ex premier non ha mai investito in ads su Facebook.

In totale sono stati poco meno di 2mila i post di Conte su Facebook nell’arco temporale esaminato. Una media di due post al giorno. Il 43.50% di questi sono foto. Il, 31.58% Video Live e il 15.56% sono invece video non in diretta.

Il maggior tasso di engagement giornaliero è stato generato dagli status, dai post di solo testo che si attestano ad un tasso di interazione del 2.36% contro una media generale del 2.25%. I peggiori i, pochi, video ripresi da YouTube al 0.39% di engagement rate.

I like sono l’interazione più comunemente utilizzata dalla persone e pesano oltre la metà del totale. Seguono commenti e condivisioni. Tra le “reaction” è “Love” quella maggiormente utilizzata [9.21% del totale interazioni], seguita da “Care”, o abbraccio che dir si voglia. Per contro le manifestazioni di rabbia o scherzo, con le reaction “Angry” e “Ahah” pesano davvero molto poco. La conferma di un generale apprezzamento nei suoi confronti da parte delle persone.

Il post che in assoluto ha generato il maggior numero di interazioni è relativamente recente, di tre settimane fa. L’infografica sottostante fornisce il dettaglio dei dati emergenti dalla nostra analisi.

[clicca per ingrandire]

Instagram:

Su Instagram invece Conte è partito da zero, e l’account è stato aperto pochi giorni dopo la nomina a Presidente del Consiglio. Da allora, dal 04/06/2018 ad oggi si è passati da 33.800 follower agli attuali 1.952.674.

Complessivamente i post sono stati poco più di 1,3K alla media di un post al giorno. Poco più della metà di Facebook. Le foto singole pesano poco meno della metà del totale dei contenuti postati su Instagram. A questi si aggiungono gli album, o “Carosello”, di foto che pesano oltre un quarto del totale dei post nel periodo.

Sono proprio le foto a generare il maggior tasso di coinvolgimento giornaliero: il 4.44% contro una media generale del 3.85%. La peggior performance e dei video IGVT, quelli di durata superiore al minuto, che si attestano ad un engagement rate del 1.25%.

Ed ancora le foto sono quelle che generano il maggior numero di interazioni, quasi due terzi del totale, mentre pesano, come abbiamo visto meno del 50% numericamente. Fatto 100 le interazioni il 95.2% è costutito da like, e il restante 4.8% da commenti.

Il post che ha generato il maggior coinvolgimento in assoluto è del 18 marzo scorso, giornata dedicata alle vittime del Covid. Anche in questo caso l’infografica sotto riportata fornisce il dettaglio dei dati frutto della nostra analisi.

[clicca per ingrandire]

Twitter:

Poco meno di un milione, 999.496, i follower di Conte su Twitter. 1.422 i tweet dal 01/06/2018 al 10/04/2021, pari ad una media di 1,35 tweet/die.

Di questi il 34%, 474 tweet, sono retweet di altri account, prevalentemente quello istituzionale di Palazzo Chigi, e il 7%, 98 tweet, sono risposte ad altri, in prevalenza a se stesso, evidentemente per fare dei thread.

I 938 tweet, al netto delle risposte, sono stati retwittati il 65.9% delle volte generando un volume complessivo di 491.958 tweet. Maggiore il numero dei favoriti, oltre 2.8 milioni.

Picco massimo a livello di numero di Tweet il 13 giugno 2020 con 20 tweet in un solo giorno. Giornata dedicata agli stati generali con il “Gotha europeo” e del DPCM che autorizzava l’ulteriore riapertura delle attività.

Numeri che se raffrontati a quelli di altri leader politici danno la dimensione sia dell’apprezzamento generale di ampie fasce della popolazione che di uno stile di comunicazione molto sobrio contriamente allo storytelling dei principali media contro Rocco Casalino. Ancora una volta l’infografica sottostante fornisce il dettaglio dei dati dell’analisi da noi effettuata.

[clicca per ingrandire]

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.