Il CPM di Facebook Raggiunge il Massimo del 2020

Dopo che a metà mese avevamo analizzato gli ads su Instagram, e in particolare quelli delle stories della piattaforma social, oggi diamo uno sguardo al big della “Facebook Family”, ai costi e agli obiettivi delle campagne pubblicitarie pianificate su Facebook stesso.

È sempre Socialinsider, piattaforma di monitoraggio dei social, a fornire i dati. Il report si basa su un pool di dati di 250.162 annunci Facebook, pubblicati tra Gennaio 2019 e Agosto 2020, da un totale di 3.887 account pubblicitari. Gli account fanno parte di una distribuzione geografica globale: 36.09% degli annunci dall’Europa, 32.74% degli annunci in Nord America, 23.35% degli annunci in Asia, 4.79% degli annunci in Sud America, 2.62% degli annunci in Australia e Nuova Zelanda e 0.41 % di annunci in Africa.

Gli annunci all’interno del database di Socialinsider sono stati suddivisi per piattaforme come segue: Facebook 45.19%, Instagram 35.55%, Messenger 10.39%, Audience Network 8.87%.

I risultati mostrano che scegliere di posizionare gli annunci principalmente su Facebook è la strategia migliore, poiché la percentuale di clic è alle stelle rispetto ad altri canali: uno sbalorditivo 3.90%, mentre i CTR su Instagram, Audience Network e Messenger scendono sotto l’1%.

Gli ads di status sembrano essere più efficaci, con una percentuale di clic del 6.65%, seguiti da foto con un CTR del 4.66%. I CTR per condivisione post, pagina e annunci video sono simili, compresi tra il 2.05% e il 2.51%.

Lo scopo principale della maggior parte degli annunci di Facebook è ottenere conversioni: 26.94% del totale degli ads. Tuttavia, il 24.19% degli annunci punta al coinvolgimento per i post pubblicati sulle fanpage e il 22.64% ha come obiettivo ottenere clic sui link.  La brand awareness, le risposte agli eventi e le visite in negozio sembrano essere gli obiettivi meno perseguiti da aziende, enti, organizzazioni, poiché gli annunci con uno di questi tre obiettivi rappresentano solo il 2.03% del totale.

[clicca per ingrandire]

Il costo medio per mille impression [CPM] della pubblicità sui canali Facebook è ai livelli più alti dall’inizio di quest’anno, ma si mantiene ancora distante dai livelli pre-pandemia.

Il CPM sui canali Facebook, Instagram, Messenger e Audience Network è stato di € 4.48 nell’Agosto 2020, da un minimo di € 3.20 ad Aprile. Per contro. il costo per clic [CPC] medio non ha registrato un ritorno alla crescita. I 0.36 € di Agosto sono aumentati dal minimo di 0.34 € di Maggio, ma sono comunque il terzo livello più basso registrato quest’anno.

L’interesse verso campagne basate sul CPC o sul CPM dipende principalmente dall’obiettivo della campagna. Ad esempio, se lo scopo di un annuncio è ottenere più traffico e clic, come emerge dai dati, è opportuna una pianificazione basata sul CPC.

Mediamente i costi, sia CPC che CPM, di Messenger e Audience Network, che hanno fondamentalmente l’obiettivo è estendere la copertura del proprio annuncio e rendere il proprio messaggio accessibile a più persone, sono più bassi di quelli di Facebook e Instagram. Gli annunci video e di condivisione, per aumentare la portata di un post, hanno il costo per clic e il costo per mille più elevato.

Il trend di crescita dei costi degli ads su Facebook pare proseguire oltre Agosto, e alla fine di questa settimana vedremo cosa emergerà dalla trimestrale. Aspetto che, se confermato, aggiungerà ulteriore pressione alle piccole imprese, che spesso dipendono dalla pubblicità di Facebook, e che in quasi la metà dei casi prevedono di ridurre gli investimenti di marketing nei prossimi 12 mesi.

Si tratta di dati di benchmark generali che forniscono indicazioni d’interesse più per quanto riguarda gli obiettivi che le imprese, gli enti e le organizzazioni si pongono pianificando sul social più popoloso del pianeta. Se invece vi interessasse comprende se e quanto bene acquistate pubblicità su Facebook meglio prendere i dati di GuptaMedia che forniscono una fotografia puntuale della situazione sia a livello globale che per quanto riguarda in maniera specifica il nostro Paese, come avevamo segnalato in precedenza.

[clicca per ingrandire]

Social

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.