DigitalMente

“DigitalMente”, rubrica settimanale che ogni Venerdì prova a fornire spunti e appunti su digitale e dintorni, per riflettere a tutto campo su innovazione e digitale. Oggi abbiamo scelto di parlare dell’audience dei principali siti d’informazione del nostro Paese.

Audiweb ha pubblicato i dati relativi alla total digital audience nel mese di Giugno di quest’anno. Dopo che abbiamo pubblicato i bilanci semestrali dei principali editori di quotidiani, abbiamo reso disponibili i dati complessivi delle vendite di tutti i quotidiani negli ultimi venti anni [2009 – 2019], ed  esaminato il trend delle vendite dei quotidiani nazionali nel primo semestre di quest’anno, chiudiamo il cerchio quest’oggi con il trend dell’audience dei principali newsbrand da Gennaio a Giugno 2020.

Dopo i picchi di audience durante il periodo nel quale la maggior parte degli italiani è rimasta rinchiusa in casa, a Giugno la maggioranza dei siti di news vede il numero di visitatori scendere adddirittura al di sotto di sotto dei valori di Gennaio.

Il calo di audience di quasi tutti i 18 newsbrand presi in esame si riduce ben più di quella che è la flessione generale della total digital audience nel giorno medio. Infatti, se gli italiani che nel giorno medio hanno utilizzato Internet a Giugno è il 2.8% in meno di coloro che hanno fruito della Rete a Gennaio, in molti casi chi ha visitato un sito di una testata d’informazione si riduce ben di più, sia rispetto all’inizio dell’anno che rispetto anche a Maggio, con una flessione generale dell’audience quasi il doppio di quella generale.

È il caso, ad esempio, del Fatto [-7.9% Giu vs Genn 2020], piuttosto che di Leggo [-24.4%], o Affaritaliani [-34.1%], e molti altri. La peggior performance viene fatta registrare da Upday, l’aggregatore di notizie di Samsumg, “powered by” Axel Springer, che, nonostante vanti complessivamente performance straordinarie, nel nostro Paese è in calo costante negli ultimi sei mesi, ed a Giugno registra un calo del 36.4% rispetto a Gennaio, e per la prima volta viene scavalcato da Fanpage.

In tutto questo, dopo che per due mesi il Corriere della Sera aveva strappato la leadership a Repubbblica, il sito del quotidiano diretto da Molinari ritorna in prima posizione, seppur di pochissimo, nonostante il giornale di Via Solferino abbia a Giugno un’audience superiore del 2.5% rispetto a Gennaio mentre quello fondato da Scalfari si attesti al -1% rispetto all’inizio dell’anno.

Se questo è, in sintesi, il panorama generale, non mancano le eccezioni. È il caso di ANSA che a Giugno resta con un numero di visitatori del 12.4% superiore a Gennaio, ma anche del Sole24Ore, addirittura al 32.3% in più, ed anche di HuffPost Italia [+8.4%]. Le uniche tre testate che restano al di sopra dei livelli di inizio 2020.

L’infografica sotto riportata fornisce i dati di dettaglio del trend dei semi per tutte le testate prese in considerazione.

Social

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.