Il Trend di Società Editoriale Il Fatto

Dopo aver analizzato i bilanci 2019, e il trend rispetto all’anno precedente, dei cinque principali editori di quotidiani del nostro Paese, concentriamo la nostra attenzione sui conti di Società Editoriale Il Fatto SpA, che ha pubblicato i propri conti successivamente.

I ricavi di SEIF nel 2019 tornano poco sopra quelli che erano nel 2017, in calo del 5.5% rispetto al 2018. La maggior sofferenza arriva dai ricavi diffusionali, composti essenzialmente dai ricavi delle vendite in edicola del quotidiano, delle vendite del magazine mensile FQMillennium, delle vendite dei libri della collana Paper First nel canale edicola e libreria, e delle vendite di abbonamenti del quotidiano e sito. In quest’area, che pesa il 74.4% del totale dei ricavi, si registra infatti una flessione del 11.5%.

In crescita invece i ricavi pubblicitari [+3%], e gli altri ricavi [+63%]. Questi ultimi sono composti essenzialmente dai ricavi della concessione dei diritti di sfruttamento dei contenuti televisivi per, e delle vendite degli spettacoli teatrali ed eventi. Quando, in concomitanza con la quotazione in borsa a Marzo 2019, il gruppo editoriale ha diffuso una presentazione delle strategie future è proprio per quest’area di ricavi che il management ritiene possa rappresentare parte rilevante del giro d’affari nei prossimi anni, convinti di puntare sulla crescita di questa divisione attraverso la vendita di contenuti a emittenti non tradizionali e alle nascenti piattaforme televisive. A fine 2019 rappresentano l’8.7% dei ricavi. Era circa il 5% nel 2018.

Rilevante l’ulteriore incremento del 5% nell’esercizio 2019 dei ricavi delle attività digitali pari al 35% del totale dei ricavi. Era il 30% nel 2018. Tra i player che nascono dalla carta stampata si tratta di una delle incidenze da digitale più elevate, se si esclude Il Sole24Ore. Poco meno del doppio di RCS Mediagroup, e circa il triplo di GEDI, anche se naturalmente i valori assoluti non sono nemmeno lontanamente paragonabili. Una posizione che comunque offre a SEFI maggiori prospettive di sviluppo, anche in virtù della diversificazione in corso succitata.

In termini di prospettive a breve, per il 2020, nel comunicato stampa a commento dei dati 2019 si legge che «Va rilevato che il settore dell’informazione, rimanendo tra quelli di primaria importanza per il Paese, anche in considerazione dell’attuale emergenza epidemiologica in corso, non sta subendo un fermo e/o un significativo calo produttivo e questo non lascia intravedere possibilità di deterioramento della continuità aziendale. È tuttavia possibile che si possa registrare una temporanea riduzione dei ricavi di alcune linee quali ad esempio quella derivante dalla distribuzione dei nuovi libri della collana Paper First sul canale librerie oppure un rallentamento della raccolta pubblicitaria dovuto alle riduzioni delle campagne degli investitori operanti in taluni settori».

Proseguendo, «Tuttavia, dall’evidenza dei volumi di questo primo trimestre del 2020 si nota che se si dovesse registrare una flessione dei ricavi della Società, sarebbe ragionevole pensare che questa possa essere comunque compensata dall’incremento del numero di accessi al sito web. Sul punto si rileva che la Società ha registrato un incremento degli abbonamenti digitali dovuto, in particolare, anche al fatto che la Società sta offrendo abbonamenti a prezzi scontati per il periodo limitato riferibile alle attuali restrizioni dovute all’emergenza Covid-19. Si rileva, da ultimo, un consolidamento delle copie vendute in edicola».

Valutazioni in assoluta controtendenza rispetto agli altri editori di quotidiani che invece non si attendono nulla di buono da questo 2020. Una visione probabilmente eccessivamente ottimista, visto l’aria che tira. Vedremo.

L’infografica sottostante fornisce il dettaglio dell’andamento dei ricavi di SEFI dal 2016 al 2019 per ciascuna area di ricavo.

[clicca per ingrandire]

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.