Effetto Coronavirus per i TG Serali

Se, stando al 16° Rapporto sulla Comunicazione del Censis, la fruizione della televisione lineare è in calo, i telegiornali, seguiti da Facebook, restano comunque la principale fonte d’informazione con il 59.1% degli italiani che dichiarano di aver visto un TG nell’ultima settimana [-5.9 punti percentuali Vs 2018].

Siamo allora andati a vedere se e quanto vi siano state variazioni di rilievo negli ascolti dei telegiornali a partire dal 20 Febbraio scorso, giorno in  cui è stata annunciato il primo morto per coronavirus nel nostro Paese.  Abbiamo dunque analizzato l’audience dei telegiornali serali dei sette canali nazionali generalisti da inizio Febbraio al 24 del mese [ultimo dato disponibile].

Ebbene, seppure per il TG1 il massimo picco di audience sia stato in concomitanza con l’ultima edizione di Sanremo, per tutti i telegiornali si nota una decisa crescita degli ascoltatori rispetto alla settimana precedente.

La crescita più significativa è per il telegiornale di Mentana, ma anche il TG5 il 24 Febbraio sfonda per la prima volta nel mese la soglia dei cinque milioni di telespettatori, e il TG3 Domenica 23 febbraio supera i tre milioni. Picco di ascolti anche per Studio Aperto, su Italia1, che sempre il 23 Febbraio supera i 1.4 milioni di audience nell’edizione serale, e il TG2 che nella stessa serata sfiora i tre milioni. Meno marcata, ma comunque non trascurabile, la crescita dell’audience del TG4.

Complessivamente, al lordo delle duplicazioni, il 23 Febbraio sono stati più di 21.6 milioni gli italiani che hanno guardato l’edizione serale dei telegiornali dei sette canali presi in esame. Erano stati 16.5 milioni la Domenica precedente. Una crescita del 30.9%, dovuta soprattutto a quella parte di pubblico generalmente meno attiva sulla televisione tradizionale: le persone di età inferiore ai 64 anni, con alta scolarizzazione, e di classe socioeconomica alta e medio-alta, secondo i dati di Havas Media.

Anche online il virus “corre” e, quando saranno disponibili, sarà interessante vedere quale l’effetto per i quotidiani online visto che, sempre stando ai dati del  16° Rapporto sulla Comunicazione del Censis, negli ultimi anni si sono sostanzialmente plafonati coloro che leggono i quotidiani online almeno una volta alla settimana. Vedremo così se la pandemia ha effettivamente creato, come pare, anche una “infodemia”, anche se a vedere l’inpennata nelle ricerche online per “Amuchina” e “mascherine” restano pochi dubbi al riguardo.

L’infografica sottostante fornisce il dettaglio dell’audience per ciascun canale televisivo/TG serale dal 1 febbbraio al 24.

[clicca per ingrandire]

Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.