Snapchat Vince, ma NON Convince

Snapchat ieri ha diffuso i risultati relativi al quarto trimestre del 2019. Risultati ancora una volta con luci e ombre. Non a caso le azioni di Snapchat sono crollate di oltre il 10% nel trading after-hour dopo l’annuncio.

Snapchat non è ancora redditizio quasi due anni dopo la sua OPA. Nel quarto trimestre del 2019, Snap ha perso $ 241 milioni su 560.8 milioni di ricavi, nonostante questi registrino una ​​crescita del 44% su base annua. Il grosso problema era un accordo legale una tantum da $ 100 milioni che lo ha spinto a perdere $ 49 milioni in più nel quarto trimestre del 2019 rispetto al quarto trimestre del 2018. Ciò deriva da una causa da parte degli azionisti stessi che sostengono che Snap non ha valutato adeguatamente l’impatto della concorrenza di Facebook sulle sue attività.

Per contro nell’ultimo trimestre del 2019 si sono aggiunti 8 milioni di utenti giornalieri per raggiungere un totale di 218, in aumento del 3.8% rispetto al trimestre precedente, a 210 milioni, e del 17% rispetto al trimestre corrispondente dell’anno precedente.

Per quanto riguarda l’utilizzo di Snapchat,  secondo quanto riportato, questi i principali elementi salienti:

  • Nel 2019 sono stati creati 1,3 trilioni di Snap;
  • L’utente medio di Snapchat lo utilizza per 30 minuti al giorno;
  • Snapchat raggiunge il 90% degli statunitensi dai 13 ai 24 anni e oltre il 75% di quelli tra 13 ai 34 anni;
  • Il tempo totale giornaliero trascorso dagli “snapchatters” guardando Discover è aumentato del 35% su base annua e del 60% per gli utenti di età superiore ai 25 anni;
  • Oltre 50 spettacoli Snapchat hanno raggiunto un pubblico mensile di almeno 10 milioni di spettatori;
  • Il 75% degli utenti al giorno interagisce con la realtà aumentata;
  • Il 20% degli Snap inviati con un obiettivo AR sono stati realizzati con obiettivi sviluppati in comunità;
  • Il quintuplo degli utenti rispetto a un anno fa apre Lens Explorer, e il 10% degli utenti lo apre ogni giorno.

Al di là dei problemi legali, Snapchat si sta avvicinando alla redditività ma ha ancora molta strada da fare. È riuscito a sviluppare una forte sinergia tra la sua popolare funzione di chat più difficile da monetizzare e i contenuti delle Stories e Discover, in cui è possibile inserire annunci. La grande domanda è se Facebook Messenger, Instagram e WhatsApp diventeranno più seri riguardo alla messaggistica “effimera” che è alla base di Snapchat. Se la “camera company” riesce a trattenere quel tipo di mercato e a mantenere il suo posto come quello in cui parlano gli adolescenti, potrebbe cavalcare i suoi costi e generare entrate fino a quando non sarà sostenibile a lungo termine.

A commento dei risultati Evan Spiegel, CEO e co-fondatore, tra le altre cose ha affermato che «We have always believed that supporting real friendships and creating products to serve our community are core to building a long-term, sustainable business. On any given day, most people have something to share with their family and close friends, and using Snapchat allows them to communicate together in a way that is efficient and expressive. This means that our camera has become an important tool for maintaining relationships through visual communication and storytelling, creating a distinct competitive advantage for our company. Supporting daily self-expression, while harnessing the richness of visual communication, gives us a broad and unique long-term opportunity that will serve us well into the future». Aggiungendo che «Beyond empowering new ways of communicating visually, Snapchat allows our community to nurture close friendships, which plays a vital role in health and happiness. The growth of our Snapchat community underscores people’s desire to communicate with one another through technology that feels natural and similar to face-to-face friendships. We want to build technology for humans that is supportive of the ways we have interacted for centuries, long before the creation of the smartphone».

L’infografica sottostante fornisce il dettaglio dei dati relativi agli utenti attivi nel giorno medio dal quarto trimestre 2015 al quarto trimestre 2019, con il dettaglio della composizione dell’audience per continente, e il trend di crescita.

A margine, ancora una volta, si segnala la pressochè totale irrilevanza di Snapchat nel nostro Paese. Come abbiamo già avuto modo di dire, se non operate a livello internazionale non perdeteci tempo, e se il vostro pubblico di riferimento è tra i giovani rinforzate la vostra presenza su Instagram e, soprattutto, se non lo state già facendo, iniziate seriamente a pensare a TikTok, che nello stesso periodo di Snapchat ha raggiunto gli 800 milioni di utenti, affermandosi in maniera significativa anche in Italia.

Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.