DigitalMente

“DigitalMente”, rubrica settimanale che ogni Venerdì prova a fornire spunti e appunti su digitale e dintorni per riflettere a tutto campo su innovazione e digitale. Oggi abbiamo scelto di parlare della bellezza, o meglio di cosa dicono online gli italiani relativamente alla bellezza.

Abbiamo esaminato [*] tutte le citazioni online [principali piattaforme social + blog + forum + news online] relativamente, appunto, a “bellezza”, negli ultimi tre mesi, dal 06/09 al 04/12, per comprendere cosa sia la bellezza, e come venga declinata, stando alla verbailizzazioni al riguardo.

Nell’arco temporale preso in  considerazione sono state oltre 471mila le citazioni di “bellezza”, da parte di circa 147mila autori unici, i cui contenuti hanno coinvolto [like + condivisioni + commenti] poco meno di 5.4 milioni di persone, generando 246.2 miliardi di impression potenziali – opportunity to be seen – ragionevolmente stimate in 12.3 miliardi di impression effettive.

Insomma, non vi è dubbio che il tema, che dal punto di vista della comunicazione aziendale è di assoluto interesse, sia direttamente per il settore beauty & wellness, fashion, che indirettamente per molti altri settori, è di grande interesse per la popolazione del nostro Paese. Ma quali in pratica i temi che interessano e coinvolgono di più al riguardo, e quale il vissuto?

Naturalmente, come ci si poteva attendere, il sentiment, le reazioni ed emozioni correlate, al riguardo, è nettamente positivo, con solamente il 6% di sentiment negativo, il 40% neutro, e ben il 54% positivo. Sarà banale dirlo, anche se, come si suol dire, la specificazione non è mai ovvia, ma di fatto attorno all’idea di bellezza vi è assolutamente un vissuto ed emozioni positive.

Anche le emozioni, manifestate, anche attraverso “reactions” e emoj, sono ampiamente positive con il sentimento di gioia che prevale assolutamente [63% del totale], mentre ira e disgusto pesano solamente il 9.1% di tutte le verbalizzazioni, e dei “segnali”, relativi alla bellezza.

Il tema pare interessare leggermente di più le donne, che pesano il 52.9% del totale, e coloro di età compresa tra 25 e 34 anni, che incidono il 46.7%, seguiti da coloro tra 18 e 24 anni anni, con un peso del 34.6%. La bellezza dunque è donna e, soprattutto, giovane.

Ma è entrando nel dettaglio dell’analisi semantica, dell’analisi dei termini maggiormente associati alla bellezza che emergono elementi di grande interesse.

Infatti, da questa emergono con chiarezza una serie di temi associati prevalentemente al concetto di bellezza legato alla cultura, più che a quello di estetica fisica, come avremmo invece potuto credere. Infatti, sono proprio cultura, storia, ma anche territorio, terra, e natura, alcuni dei termini maggiormente associati all’idea di bellezza. Associazioni di idee che indagate in maggior profondità possono fornire indicazioni proziose per brand, aziende, organizzazioni, ed enti che avessero, o desiderassero avere, al centro, il concetto, appunto, di bellezza, nelle sue varie forme e declinazioni.

In conclusione, pur restando anche solo alla superficie di quanto emerge dall’analisi [*], i cui dettagli sono disponibili “on demand”, appare chiaro che l’idea di bellezza sia un concetto sul quale si possono instaurare campagne di comunicazione e, come si suol dire, conversazioni, che coinvolgano il proprio pubblico di riferimento senza restare ancorati ai soliti stereotipi, o peggio.

[*] La fonte dei dati elaborati per l’analisi effettuata è Talkwalker, con cui DataMediaHub ha una partnership per l’ascolto della Rete. Questa e le molte altre analisi prodotte sono, anche, delle “demo” della parte di social media listening/monitoring che potremmo fare per il vostro brand, la vostra organizzazione. Se d’interesse contattateci direttamente. Grazie.

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.