Informazione Online: Sfide & Opportunità per gli Editori Nativi Digitali

É notizia di questi giorni come, stando ai risultati dello studio dei ricercatori della Carnegie Mellon University, la commissione riconosciuta ad un sito web per la visualizzazione di un banner è pari a circa 0,00007 euro. Inoltre, i grandi intermediari del web non fanno affari d’oro solo con gli editori digitali, ma anche con le aziende che, sperando in performance maggiori, dedicano copiosi budget alla pubblicità basata sulla profilazione degli utenti e sono spesso disposte a pagare fino a 2.68 volte di più rispetto ad una pubblicità anonima senza alcun tracciamento online.

É in  questo contesto che si è tenuto ieri il penultimo tavolo di lavoro degli Stati Generali dell’Informazione e dell’Editoria. La mattinata di lavoro e approfondimento è stata dedicata a “Informazione online: sfide, opportunità e trattamento per gli editori nativi digitali”, e, dopo l’introduzione, tenuta del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, con delega all’informazione e all’editoria, Vito Claudio Crimi, ha visto la partecipazione in qualità di relatori di Francesco Saverio Vetere, Presidente USPI, Matteo Rainisio, Vicepresidente ANSO, e del sottoscritto, oltre ai numerosi contributi del pubblico presente in sala tra i quali, solo per citarne alcuni, Silvio Malvolti [Presidente Associazione italiana Giornalismo Costruttivo], Umberto Frugiuele [Presidente Asso Rassegna Stampa], Alessandra Costante [Vice Segretario Generale FNSI], Vittorio Pasteris [Quotidiano Piemontese], e Lazzaro Pappagallo [Segretario dell’Associazione Stampa Romana].

Nella stessa giornata di ieri, la Federazione Italiana Editori di Giornali, durante l’assemblea generale, ha deliberato, anche, le modifiche allo Statuto aprendo agli editori digitali, con il Presidente, Andrea Riffeser Monti, che ha parlato di «Una Fieg aperta alla multimedialità – con la categoria degli editori di testate digitali che si affianca a quelle degli editori di quotidiani, di periodici e di agenzie di stampa –, più moderna e con una governance più agile e dinamica, per vincere le sfide dell’innovazione e confermare ruolo e funzione della stampa e dell’informazione, fondamentale pilastro della democrazia».

Di seguito le slide del mio intervento agli #StatiGeneraliEditoria – mentre quelle di Matteo Ranisio possono essere scaricate qui – e il video integrale con tutti gli interventi della giornata.

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.