Concentrazioni & Sconcertazioni Quotidiane

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha pubblicato i dati dell’Osservatorio sulle Comunicazioni n.2/2017 dal quale avevamo già estrapolato i dati sulla active reach di Internet – che riportiamo qui di seguito nuovamente per facilità di lettura – che confermano come il calo dell’online per i big player dell’informazione online non sia solo una mia fantasia come più di qualcuno vorrebbe far credere , a prescindere dal fatto che invece Maggio sia stato un mese positivo per le news online a causa di una serie di eventi concomitanti, anche tragici, come l’attentato a Manchester, che ovviamente hanno portato traffico ai siti di news. Come si suol dire, una rondine non fa primavera.

Sempre dal Osservatorio sulle Comunicazioni n.2/2017 abbiamo estratto i dati relativi alle quote di mercato a valore dei quotidiani [dati Marzo 2017 vs Marzo 2016].

Come emergeva già dalla Relazione Agcom 2017 di inizio mese, vi sono concentrazioni che pare superani il tetto del 20%. Aspetto sul quale vi è stato la scorsa settimana un “botta e risposta” tra Vincenzo Vita, Senatore del PD che si occupa in parlamento in par ticolar modo di comunicazione, internet e Rai, e AGCOM.

A vedere i dati dell’infografica sottostante non sarebbe solo la “newco” GEDI  a sforare il tetto previsto ma anche RCS. Invece l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni sostiene che per GEDI si sia al 19.88% e su RCS non si pronuncia.

Se è vero che, per dirla alla Totò, la somma non fa il totale, ovvero che, come viene scritto nella nota n. 74 a pag. 118 della relazione,  «È da ricordare che tali quote… assumono sempre meno valore alla luce dell’evoluzione digitale e possono persino fornire segnali non corretti, non potendo più essere considerate un indicatore di per sé significativo». È altrettanto vero che a guardare i numeri parrebbe proprio che la somma di Gruppo Editoriale Espresso e Itedi messi assieme, come di fatto avviene con GEDI, sfori abbondantemente la soglia prevista per legge.

Pur con il beneficio del dubbio, per onestà intellettuale, che possa sfuggirmi qualcosa [se così fosse ditemi cosa, cortesemente], appaiono concentrazioni sconcertanti e fuori dalla normativa vigente.

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.