ChartaMente

NiemanLab riprende alcune delle evidenze emergenti dal report recentemente pubblicato dal Tow Center for Digital Journalism su come le piattaforme social e tech hanno cambiato i giornali e il giornalismo, secondo gli autori in peggio.

Dai dati emerge come il New York Times, che all’epoca fu uno dei primi ad aderire alla proposta di Facebook, ora [come anche il Los Angeles Times, ed altre testate ancora] non stia più utilizzando questa modalità.

Sulla questione  Lydia Polgreen, che all’epoca era editorial director del NYTimes, spiega: «Yes, Facebook will try mightily to keep news consumers inside its platforms, via features like Instant Articles. Our job is to create experiences that will draw our most loyal users back, again and again, to our own products».

Sarà, forse, poco “politically correct” farlo, ma non posso esimermi dal ricordare che sono cose che avevo scritto circa due anni fa.

Social

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.