ChartaMente

SproutSocial ha pubblicato il report del terzo trimestre 2016: “The Q3 2016 Sprout Social Idex”. Lo studio si  basa su mille interviste a persone che utilizzano Facebook, Twitter ed Instagram.

Tra i molti dati d’interesse resi disponibili dal report, quelli più interessanti, a mio avviso, sono relativi alla differenza, alla distanza tra percezione e realtà sulla responsività, ricavati incrociando il tasso di risposta, il tempo di risposta, la % di messaggi ricevuti sui social che richiedono una risposta ed altri elementi qualitativi.

Come mostra il grafico sottostante di sintesi dei risultati, emerge come siano i media quelli che hanno la peggior performance. Il settore è afflitto da forte promozionalità con poca o nessuna strategia di risposta sui social, come banalmente molti hanno avuto modo di sperimentare, anche, in prima persona.

I dati raccolti insomma indicano la presenza di una forma di “light engagement”, ad essere generosi, con l’audience, ovvero un timido e poco convinto tentativo di adattamento della cultura partecipativa dei social media alla pratica giornalistica. Un tentativo di “rappresentare” più che di “realizzare” un’interazione diretta con i social media users. Non ci siamo, non ci siamo proprio.

graph-perception-reality2x

Social

2 thoughts on “ChartaMente

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.