Data Journalism

Nona pun­tata su Radio Citta Fui­jko di “In Media Stat Virus: I Media nel’era di Twit­ter” dedi­cata al Data Journalism.

Il data journalism viene da lontano, dal 1973, anche se solo di recente è diventata, con tutte le avvertenze del caso, una “buzzword”. Richiede un approccio multidisciplinare, di collaborazione tra professionisti con competenze diverse e complementari. Il data journalism è, o dovrebbe essere, trasversale a tutta la redazione.

Il data journalism è un format per catalizzare l’attenzione, sempre più scarsa, del lettore attraverso la visualizzazione dei dati. Visualizzazioni che, ai tempi dei social, favoriscono la condivisione dei contenuti.

La miglior risorsa, gratuita, per chi volesse approfondire ulteriormente il tema è Data Journalism Handbook.

Nel pod­cast sot­to­stante è pos­si­bile ria­scol­tare e, volendo, sca­ri­care l’intera puntata.

Noi di Data­Me­dia­Hub, ad agosto, abbiamo rea­liz­zato la ver­sione ita­liana della chec­klist i sei prin­cipi per comu­ni­care cor­ret­ta­mente i dati.

dati

 

Martedì prossimo, 9 dicembre, puntata dedicata a i “Media & Pza Fon­tana a 45 Anni di Distanza”, relativa alla rappresentazione giornalistica del criminale atto terroristico. È pos­si­bile inte­ra­gire via Twit­ter uti­liz­zando l’hashtag  #imsv14 @pedroelrey / @radiofujiko.

Social

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.