Il Tasso di Abbandono di Twitter

Come noto si avvicina il momento del lancio dell’IPO [Initial Public Offering], dell’offerta pubblica iniziale per il suo attesissimo collocamento iniziale in borsa che con buone probabilità dovrebbe essere nella prima settimana di novembre.

Per stimolare gli investitori la piattaforma di microblogging da 140 caratteri ha realizzato un video in cui si racconta dalla nascita ad oggi declamando come abbia rivoluzionato il modo di comunicare e di quanto importante sia stata la sua crescita dal 2007 ad oggi.

Nel video, al minuto 2:46,  Dick Costolo, Chief Executive Officer di Twitter, Inc., dice che “anyone can tweet and anybody can read tweets” ma secondo una ricerca effettuata da Reuters/Ipsos non pare sia davvero così.

In base all’estratto dei risultati [via] pubblicato da Reuters domenica scorsa risulta che il 36% delle persone che hanno aderito a Twitter dicono che non lo usano, ed il 7% afferma di aver chiuso il proprio account. Il sondaggio, condotto l’ 11 ottobre, ha un intervallo di credibilità, una misura della sua precisione, di più o meno 3,4 punti percentuali.

Le persone che hanno rinunciato a Twitter citano una serie di motivi, dalla mancanza di amici alla difficoltà a capire come usarlo.

In confronto, solo il 7 % degli utenti di Facebook non utilizza il social network , e il 5% dice di aver chiuso il proprio profilo. I risultati, in questo caso, vista la maggior numerosità del campione, hanno un intervallo di credibilità del 2,3%.

Twitter Problem

.

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.