Ritornelli

Ci sono temi che a cadenza periodica ritornano. Minestra riscaldata che perde sempre più corpo e sapore ogni volta che se ne torna a parlare.

Uno di questi è la cosiddetta morte dei blog, teoria, per così dire, che vedrebbe nell’affermazione dei social network la fine dei blog come media. Ne torna a parlare Leonardo, ripreso anche da Massimo Mantellini, che scrive: “[…] è finita la moda dei blog e la gente ha smesso di scriverci sopra […]” citando il cattivo andamento degli accessi al suo, rinomato, blog.

Basarsi sulla propria esperienza personale è per definizione limitante e limitato. Se dovessi farlo io direi esattamente il contrario poichè secondo il rapporto annuale realizzato da WordPress.com le pagine viste di questo spazio sono aumentate del 30% rispetto al 2011 [GRAZIE!].

Al di là delle esperienze personali che sarebbe ancor meno sensato contrapporre, all’interno della ricerca “La storia della Rete dal 2001 al 2012”, pubblicata a fine dicembre,  vi sono diversi grafici che mostrano quali siano i maggiori brand della Rete in Italia in termini di copertura, frequenza e volumi dell’utenza internet nel nostro Paese [slides 46 – 51].

L’ultimo dato disponibile, aggiornato ad ottobre 2012, mostra come blogger, la piattaforma per blog di Google, abbia reach e frequency superiore, ad esempio, a Repubblica.it o eBay.it.

Se c’è qualcosa che è morto o moribondo non sono certamente i blog. Speriamo lo diventi invece presto l’abitudine ai ritornelli dei luoghi comuni.

Maggiori Brand Rete Italia

Social

8 thoughts on “Ritornelli

  1. Sarà perché non ho la notorietà di leonardo o mantellini che ho un bel po’ di visite in più del 2011 anch’io.

    Anche il rapporto l’AgCom registra una grossa percentuale che cresce quando si parla di visite in internet. Sta crescendo molto il traffico per il mobile, però la cosa non vedo come possa

    Riguardo Facebook, ci sarebbe da dire che chi ha una pagina ufficiale sicuramente avrà notato come i commenti si siano spostati dai post sul blog ai post di facebook. È il principale motivo per cui ho scelto di non avere una pagina ufficiale di facebook, e in questo modo i commenti convergono molto sul blog.

    PS: grazie per il link alla ricerca, molto interessante 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.