Maiuscolo

Sbalorditivo il tono ed il contenuto della comunicazione che si riceve dalla sede provinciale del sindacato al quale sono affiliato.

In buona sostanza, come potete leggere voi stessi, gli edicolanti vengono “cazziati” per non aver dedicato la sufficiente attenzione ad una determinata pubblicazione, specificatamente “Il Fè”: rivista di annunci gratuiti.

Spiace dover rammentare che in questi spazi era stato spiegato tempo fa, con preciso riferimento alla testata in questione, come le iniziative in essere fossero condotte con un livello di approssimazione tale da renderle inutili.

Si ricorda, inoltre, che sulla base del vigente principio di parità di trattamento, che il sottoscritto da tempo propone di abolire, i giornalai non possono privilegiare le pubblicazioni.

clicca per ingrandire

Ah, l’uso e abuso delle maiuscole è desueto al pari del contenuto della missiva. Per il futuro si prega, se colti nuovamente da utilizzo compulsivo e irrefrenabile [che si sconsiglia], di riservarle a noi giornalai.

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

0 thoughts on “Maiuscolo

  1. Una curiosità: le tende gratuite era obbligatorio accettarle? Le hanno installate tutti?
    A questo punto, mi parrebbe molto più corretto rinunciare a questi fondi e dare spazio a tutte le testate gratuite.

  2. Carissima Niki,

    Le tende [che riportano i marchi dell’editore sono una delle tante forme di comunicazione sul punto vendita. L’editore paga le tende ed ha pubblicità in cambio; anche questo viene omesso nella lettera.

    Ovviamente no, nessun obbligo.

    Un abbraccio.

    Pier Luca

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.