pierluca santoro

Pubblicato il 10 ottobre 2010 by Pier Luca Santoro

10.10.10 [Game Over]

Con oggi il sot­to­scritto con­clude l’esperienza da «Gior­na­laio» [anche se in realtà non ho mai fatto solo quello] durata tre anni.

Que­sta zona tem­po­ra­nea­mente auto­noma, con­ven­zio­nal­mente chia­mata blog, resi­sterà al cam­bia­mento con­ti­nuando a pro­porre appunti e spunti sul mondo dei media e della comunicazione.

Per l’occasione ho rite­nuto oppor­tuno prov­ve­dere all’ aggior­na­mento della pagina rela­tiva all’About.

Pubblicato il 14 luglio 2009 by Pier Luca Santoro

Oggi sciopero contro il DDL Alfano

La logica di rete induce una deter­mi­na­zione sociale di livello supe­riore rispetto a quello degli inte­ressi sociali spe­ci­fici espressi nelle reti; il potere dei  flussi afferma la sua prio­rità sui flussi del potere” — Manuel Castells

Diritto alla Rete

Pubblicato il 14 marzo 2009 by Pier Luca Santoro

Micromarketing dell’edicola — 1st Round

Non so se sia la defi­ni­zione più cor­retta ma non mi sarei mai azzar­dato ad usur­pare il pre­fisso mini al legit­timo pro­prie­ta­rio.

Fatta que­sta, dove­rosa, breve pre­messa, entriamo nello spe­ci­fico del tema di oggi.

Il micro­mar­ke­ting dell’edicolante.

Dopo aver ten­ta­ti­va­mente map­pato le aree di busi­ness dell’edicola, vediamo cosa ogget­ti­va­mente può fare il tito­lare di un’ edicola.

Una delle cita­zioni che più spesso mi capita di uti­liz­zare recita: “se non sai dove sei, non sai dove stai andando”.

1st round, dun­que, misu­ra­zione.

Uno dei primi para­me­tri, a mio avviso, di uti­lità è rela­tivo alla misu­ra­zione del parco clienti e del numero di accessi gior­na­lieri all’esercizio commerciale.

Sin dall’inizio dell’attività [nel tempo pub­bli­cherò alcuni esempi di quanto rea­liz­zato] ho preso l’abitudine di con­se­gnare a tutti i miei clienti uno scritto, fosse un afo­ri­sma, una poe­sia, un pen­siero o, per­chè no, un recall sui prodotti/servizi offerti.

In que­sto modo ritengo di aver assolto ad almeno due obiettivi:

  • Costruire una rela­zione, anche tra­mite que­sta modalità.
  • Misu­rare, appunto, nel tempo [aven­dolo fatto ripe­tu­ta­mente] il numero di clienti/accessi al punto ven­dita. Tre­cento fogli — ad esem­pio — con­se­gnati equi­val­gono a tre­cento accessi, sem­plice no?

Spero di aver for­nito uno sti­molo posi­tivo ad altri miei col­le­ghi e, forse, anche a chi ha altre atti­vità commerciali.

In attesa di appro­fon­dire nei pros­simi “round” rela­tivi al micro­mar­ke­ting dell’ edi­cola, conto sul vostro gra­di­tis­simo feedback.

Pubblicato il 3 marzo 2009 by Pier Luca Santoro

Il marketing dell’edicola

Recen­te­mente “Mini-Gianluca” ha pro­dotto una mappa rela­tiva al al mar­ke­ting dell’edicola foca­liz­zando la sua atten­zione sui biso­gni sod­di­sfatti e sui rela­tivi target.

La mappa nella sua essen­zia­lità oltre ad essere di asso­luto inte­resse sin­te­tizza otti­ma­mente buona parte del pano­rama edi­to­riale vei­co­lato in edi­cola attual­mente. Ho valu­tato con atten­zione la pro­po­sta e ritengo che sia più ade­guata ad essere defi­nita – azzardo – la mappa del mar­ke­ting in edi­cola. Per que­sto ho deciso di pro­durre una suc­ces­siva ela­bo­ra­zione rela­tiva al mar­ke­ting dell’edi­cola.

La distin­zione, ovvia­mente, non è solo seman­tica ed è da inten­dersi come evo­lu­zione e par­ziale com­ple­mento della pre­ci­tata pre­ce­den­te­mente pro­dotta. Credo possa essere solo il pro­sie­guo di una defi­ni­zione da raf­fi­nare e com­ple­tare ulteriormente.

marketing edicola

mar­ke­ting edi­cola — by “Il Giornalaio” —

Pubblicato il 20 febbraio 2009 by Pier Luca Santoro

The beginning of “Il Giornalaio”!

Nell’universo on line è com­ples­si­va­mente scarsa, a mio avviso, l’attenzione verso quello che con­ti­nua ad essere il canale pre­va­lente di dif­fu­sione e ven­dita dell’editoria.

Dopo circa un anno di silen­zio e di espe­rienza accu­mu­lata sul campo ho avver­tito la neces­sità di aprire que­sto spa­zio dedi­can­dolo a quelli che sono una parte dei miei attuali inte­ressi per dare voce a chi come me svolge que­sto mestiere ed aprire il con­fronto sulle con­trad­di­zioni e gli spazi di miglio­ra­mento dell’editoria italiana.

Si par­lerà prin­ci­pal­mente di “media clas­sici” esa­mi­nan­done i con­te­nuti, le poli­ti­che di dif­fu­sione e i risul­tati. Non man­che­ranno – come sa chi mi cono­sce — alcune digres­sioni e tra­sgres­sioni rispetto alla mis­sion di que­sto spazio.

Pro­metto arti­coli brevi [il ter­mine post con­ti­nua ad essermi poco gra­dito] e ampio spa­zio al con­trad­dit­to­rio costrut­tivo, senza cen­sure o limiti imposti.

Ben ri-trovati.