Posted on 8 settembre 2010 by

Ricavi Virtuali

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

L’ottimo lavoro svolto da Mas­simo Russo rela­ti­va­mente ai pos­si­bili ricavi del Post ha richia­mato imme­dia­ta­mente la mia memo­ria all’intervista che Arianna Huf­fing­ton, co –fon­da­trice del famoso gior­nale on line sta­tu­ni­tense al quale il quo­ti­diano fon­dato da Sofri si ispira a par­tire dal nome, ha rila­sciato a fine luglio a Newsweek.

Nell’ arti­colo la Huf­fing­ton, rispon­dendo alle domande del suo col­lega del cele­bre set­ti­ma­nale eco­no­mico, dopo aver effet­tuato un inte­res­sante excur­sus sul futuro del gior­na­li­smo e lo sce­na­rio [anche pub­bli­ci­ta­rio] digi­tale, rivela i numeri del quo­ti­diano da lei diretto.

Secondo quanto dichia­rato, il 2010 sarebbe final­mente l’anno, a cin­que anni dal lan­cio, con ricavi posi­tivi per la testata sta­tu­ni­tense. In par­ti­co­lare emerge che l’Huf­fing­ton Post è stato visi­tato da 24,3 milioni di utenti unici nel giu­gno 2010 e che la pre­vi­sione di chiu­sura per quest’anno dovrebbe asse­starsi intorno ai 30 milioni di dol­lari di ricavi. Se non vado errato signi­fica orien­ta­ti­va­mente un dol­laro all’anno di ricavi per cia­scun let­tore.

Come osserva Zam­bar­dino, pare dav­vero che le ini­zia­tive edi­to­riali on line non main­stream fac­ciano dav­vero fatica a tro­vare uno modello soste­ni­bile dovendo lot­tare, tra l’altro, con un con­si­de­re­vole van­tag­gio dei brand che nascono dall’off line.

Sep­pure sia dif­fi­cile, ed erro­neo, trarre delle con­clu­sioni gene­ra­liz­zate, per­so­nal­mente ritengo che nel nostro paese le pro­spet­tive di suc­cesso, in chiave eco­no­mica, a breve-medio ter­mine siano dav­vero ridotte anche per i main players.

La ricerca di una Arianna Huf­fing­ton ita­liana passa attra­verso numeri e per­corsi che sono dav­vero a lon­tani dal venire. I ricavi sono ancora virtuali.

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page