Pubblicato il 7 febbraio 2012 by Pier Luca Santoro

Murdoch Ricomincia da Facebook & Gossip

Ad un anno di distanza circa dal lan­cio del «The Daily», testata per tablet che secondo Mur­doch avrebbe segnato l’inizio della rivo­lu­zione edi­to­riale, le evi­denze sono a dir poco delu­denti e appare dav­vero distante il break even point per rien­trare dell’inve­sti­mento ini­ziale di 30 milioni di dol­lari, ai quali si som­mano costi di eser­ci­zio ordi­na­rio di 500mila $ alla settimana.

Annun­ciato come il quo­ti­diano del futuro par­rebbe, ad oggi, appor­tare delu­sioni gior­na­liere, con­fer­mando come una visione a com­par­ti­menti sta­gni basata sul con­te­ni­tore invece che sul con­te­nuto, sul pro­fitto atteso invece che sulle attese dei frui­tori, non sia un per­corso premiante.

Ele­menti che, al di là delle dichia­ra­zioni di cir­co­stanza, hanno di fatto accan­to­nato, pare per sem­pre, un pro­getto segreto di News Inter­na­tio­nal sem­pre basato sull’iPad.

Ecco allora che dall’inizio di que­sto mese si rico­min­cia da Face­book e gos­sip. Dal primo feb­braio infatti, «Fabu­lous», maga­zine set­ti­ma­nale alle­gato ogni sabato al popo­lare «The Sun», è anche una appli­ca­zione per Face­book che distri­bui­sce i con­te­nuti della rivi­sta in esclu­siva sul cele­bre social net­work. Nono­stante tutti i bene­fici, i ricavi pub­bli­ci­tari, dell’operazione siano appan­nag­gio esclu­sivo di Zuc­ker­berg & Co., l’ipotesi è che que­sto sia un modo per spin­gere  rivi­sta e quo­ti­diano del gruppo edi­to­riale che fa capo a Murdoch.

Insomma, per risol­le­varsi dalle delu­sioni dell’attesa rivo­lu­zione su tablet, mas­si­fi­cate e vol­ga­riz­zate qual­cosa resterà attac­cato di sicuro.