news design

NewYorkMag
Posted on 4 novembre 2012 by Pier Luca Santoro

Meraviglie su Carta

Che un’immagine valga più di cento parole è un fatto risaputo come pure è nota la fama per le sue splendide copertine del «The New Yorker» che anche questa settimana sintetizza, in modo fenomenale, i due eventi  principali negli Stati Uniti: l’uragano Sandy e le elezioni presidenziali.

Mentre in Italia si discute animatamente sulla copertina di «Time» dedicata a Mario Balottelli, peraltro solo per le edizioni non USA che sono relativamente marginali sulle vendite mentre invece la versione per il mercato domestico è in doppia versione con una dedicata alle presidenziali e l’altra a Sandy, è il «New York Magazine» a pubblicare quella che è davvero una meraviglia per qualità e capacità di sintesi, di rendere il concetto, con la sua copertina.

La foto, realizzata da Iwan Baan, mostra l’isola di Manhattan mercoledì notte durante il black out causato dall’uragano. Pezzo di fotogiornalismo da incorniciare, vera e propria meraviglia sulla carta.

Update del 05 Nov: Su Poynter la spiegazione di come è stata fatta la fotografia.

Posted on 29 aprile 2012 by Pier Luca Santoro

Copertine Rifiutate

«The New Yorker» deve sicuramente alle sue splendide copertine una fetta importante della propria notorietà ed autorevolezza nel panorama editoriale, tanto da averne fatto anche una fonte diretta di ricavo.

«The Guardian» pubblica oggi 10 copertine del periodico statunitense che furono rifiutate dalla redazione, dal 1993 ad oggi, per essere troppo polemiche o eccessivamente provocatorie. Come, ad esempio, quella nell’immagine sottoriportata che mostra come veniva interpretato l’affair tra Bill Clinton e Monica Lewinsky.

Interessante visione per ripercorrere una parte della storia degli ultimi 20 anni e la conferma di quanto importante sia il design, anche, in ambito informativo.

Posted on 31 dicembre 2010 by Pier Luca Santoro

Newspaper Map

Mappa tipografica sulle relazioni all’interno del sistema complesso dei giornali.

La mappa è divisa in sei grandi aree: mercato, target, semiotica e psicologia cognitiva, produzione, contenuto e forma.

Le relazioni tra le parti sono illustrate dai collegamenti e dai rapporti di vicinanza delle parole.

La gerarchia all’interno del sistema è dettata dalla grandezza del corpo del carattere.

Interessante lavoro realizzato da Francesco Franchi che seppur datato resta di grande attualità.

Vai alla barra degli strumenti