mit

Pubblicato il 7 luglio 2010 by Pier Luca Santoro

Gioco di Squadra & Intelligenza Collettiva

Il MIT Media Lab ha creato Mars Escape, gioco on line per due per­sone il cui obiet­tivo è con­tri­buire all’educazione di Nexi.

Obiet­tivo del gioco è quello di per­met­tere al robot di assol­vere a deter­mi­nati com­piti con l’ausilio dell’essere umano. Le stra­te­gie e le inte­ra­zioni svi­lup­pate dai par­te­ci­panti ser­vono a for­nire le infor­ma­zioni neces­sa­rie al rag­giun­gi­mento di que­sto obiettivo.

In Mars Escape il gio­ca­tore può man­te­nere le sem­bianze umane per­so­ni­fi­cando un astro­nauta o, al con­tra­rio, con­ver­tirsi in un robot; lo sce­na­rio, come sug­ge­ri­sce il nome, è una sta­zione spa­ziale su Marte.

Dopo il breve tuto­rial è neces­sa­rio atten­dere l’estrazione, l’arrivo, di un altro com­pa­gno di gioco per poter por­tare a ter­mine il pro­prio com­pito. E’ pro­prio que­sto l’aspetto che, a mio avviso, costi­tui­sce motivo di par­ti­co­lare inte­resse, con­sen­tendo di com­pren­dere ed affi­nare il lavoro di gruppo, la coor­di­na­zione e l’interazione dei par­te­ci­panti. La somma di tutte le gio­cate dei video­gio­ca­tori che pren­de­ranno parte nel tempo, gra­zie ad un algo­ritmo, con­sen­tirà di favo­rire lo svi­luppo del pro­getto del gruppo di lavoro dedi­cato all’iniziativa.

Gioco di squa­dra e intel­li­genza col­let­tiva per lo svi­luppo di pro­getti inno­va­tivi. Moda­lità e pro­cessi da tenere sem­pre ben pre­senti non solo su Marte.

Il gioco è sca­ri­ca­bile libe­ra­mente per pc o mac e si basa su un pre­ce­dente pro­getto teso a stu­diare com­por­ta­menti sociali e lin­guaggi dei gio­ca­tori on line.

Pubblicato il 28 gennaio 2010 by Pier Luca Santoro

Strumenti digitali per il giornalismo

La rivi­sta del MIT, Tech­no­logy Review, segnala dieci pro­getti pronti o in buona fase di avan­za­mento che pos­sono essere di par­ti­co­lare rile­vanza per gior­na­li­sti e giornalismo.

Print­ca­sting: Que­sta appli­ca­zione con­sente a qua­lun­que per­sona di creare una rivi­sta senza nes­suna par­ti­co­lare cono­scenza infor­ma­tica nè costi. Gli utenti pos­sono creare una pub­bli­ca­zione digi­tale o stam­pata con inclusa la pub­bli­cità locale.

Usha­hidi Engine: Pro­getto di piat­ta­forma aperta [open source] per creare siti web, mappe o info­gra­fica. Uti­lizza dati che posso essere inviati oltre che via web per sms o attra­verso ser­vizi pub­blici di noti­zie. Attual­mente viene uti­liz­zata per seguire i lavori dei soc­cor­ri­tori ad Haiti.

La rivi­sta segnala, inol­tre, un pro­getto teso a pre­ser­vare l’integrità [in ter­mini di sto­rage] delle infor­ma­zioni on line, come creare un audio maga­zine on line ed , ancora, un sistema di realtà aumen­tata che inte­ra­gi­sce con le informazioni.

Il mio mode­sto con­tri­buto alla rac­colta biblio­gra­fica sull’informazione pro­mossa da Luca De Biase.