mediaset

Marca Apuestas
Pubblicato il 1 febbraio 2013 by Pier Luca Santoro

I Media Spagnoli Scommettono sul Gioco

Il crollo degli inve­sti­menti pub­bli­ci­tari nella mag­gior parte delle nazioni del sud Europa, Ita­lia com­presa,  uni­ta­mente al forte calo delle ven­dite per quanto riguarda la carta stam­pata, richie­dono la ricerca di nuove forme di ricavo, l’abbandono del tra­di­zio­nale bino­mio basato su ven­dite e rac­colta pub­bli­ci­ta­ria che non basta più.

Se molti nei mesi scorsi hanno ini­ziato a spe­ri­men­tare, attra­verso appli­ca­zioni di realtà aumen­tata, la pos­si­bi­lità di effet­tuare degli acqui­sti diret­ta­mente dai, sui, gior­nali come fonte sup­ple­men­tare di gua­da­gno, in Spa­gna alcuni media su but­tano sul gaming online, sulle scommesse.

Antena 3, gruppo radio-televisivo di rile­vanza nazio­nale, Media­set España, con­trol­lata dalla nostrana Media­set e da Prisa, il gruppo edi­to­riale che tra gli altri detiene «El Pais», e Uni­dad Edi­to­rial, gruppo edi­to­riale che è di pro­prietà di RCS e che è causa di grandi pro­blemi per l’editore di via Sol­fe­rino, a giungo dell’anno scorso hanno otte­nuto le neces­sa­rie licenze da parte dello Stato Spa­gnolo per ope­rare nel set­tore delle scom­messe online.

A fine 2012 «Marca», il prin­ci­pale quo­ti­diano spor­tivo spa­gnolo, di pro­prietà appunto di Uni­dad Edi­to­rial, ha annun­ciato la nascita di Marca Apue­stas sito web di scom­messe sportive.

Marca Apuestas

Accordo che il diret­tore gene­rale del gior­nale spor­tivo, Nicola Spe­roni, ha defi­nito un impor­tante passo per il futuro digi­tale del quo­ti­diano e Uni­dad Edi­to­rial da tempo orga­nizza delle con­fe­renze sulle oppor­tu­nità dell’ e-commerce e dell’ m-commerce.

Nei giorni scorsi è par­tita la cam­pa­gna di pro­mo­zione di Marca Apue­stas con un video col­lo­cato su You­Tube, pre­am­bolo sicu­ra­mente di una cam­pa­gna pub­bli­ci­ta­ria che coin­vol­gerà altri media.

Che il gaming online sia un seg­mento in for­tis­sima espan­sione e che possa gene­rare ricavi inte­res­santi è fuori discus­sione, credo, ma resto per­plesso sulle rica­dute sull’immagine dei media che sce­glies­sero di seguire que­sta strada. Molto meglio valo­riz­zare i new­sbrand in un altro modo a mio avviso.

Pubblicato il 4 agosto 2009 by Pier Luca Santoro

Voi siete qui

Fibril­la­zione in casa Media­set per le nuove nomine nel set­tore infor­ma­zione — scu­sate il ter­mine — del gruppo. Secondo indi­scre­zioni, i favo­riti in lizza per il Tg5 sareb­bero due. Si tratta di Fuffy Star, un gol­den retri­ver di tre anni molto bravo a ripor­tare la pal­lina e a lec­care la mano del padrone, e un indi­pen­dente di chiara fama, Paco «machete» San­chez, già por­ta­voce degli squa­droni della morte in Sal­va­dor, con­si­de­rato però da Con­fa­lo­nieri troppo libe­rale. Al tele­gior­nale della rete gio­vane Ita­lia Uno si attende un ricam­bio. Dopo anni di tette, culi e sce­menze pro­dotte dalla casa, ci sarà un rime­sco­la­mento degli ele­menti infor­ma­tivi: si pun­terà tutto su sce­menze della casa, culi e tette. A gestire il rin­no­va­mento verrà chia­mato un costume da bagno di Belen Rodri­guez, che il comi­tato di reda­zione con­si­dera «tutto d’un pezzo», men­tre l’azienda pre­fe­ri­rebbe che a diri­gere Stu­dio Aperto fosse sol­tanto uno slip. Per il Tg4 si era pen­sato a un sal­va­schermo con i pesci rossi, ma troppa auto­no­mia poli­tica spiaz­ze­rebbe gli spet­ta­tori, abi­tuati a Emi­lio Fede.…. [con­ti­nua]

voi siete qui

Pubblicato il 25 luglio 2009 by Pier Luca Santoro

Titoli editoriali

var. seduta

var. ultimi 6 mesi

var. ultimo anno

FTSE ALL SHARE

–0.43%

Buon­giorno

–1.29%

+78,25%

–1,48%

Cairo Com­mu­ni­ca­tion

+ 0.31%

–1,65%

–20,39%

Cal­ta­gi­rone Editore

+ 2.06%

–9,00%

–49,19%

Class Edi­tori

–2.14%

+8,90%

–25,11%

Espresso

–0.48%

+32,45%

–22,19%

Il Sole 24Ore

–1.45%

–5,77%

–37,00%

Media­set

+ 0.42%

+14,50%

–6,77%

Mon­da­dori

–1.20%

–16,52%

–33,84%

Mon­rif

–2.90%

–10,67%

–12,61%

Poli­gra­fici Edit.

+ 0.42%

–0,82%

–28,25%

Rcs Media­group

–0.88%

+15,26%

–40,31%

Seat Pagine Gialle

+ 2.64%

–57,36%

–70,76%

Tele­com Ita­lia Media

–0.57%

+43,17%

+31,47%

Tiscali

–0.17%

–35,18%

–81,82%

Aggior­nato: Venerdí 24.07.2009 [Via]

Pubblicato il 8 luglio 2009 by Pier Luca Santoro

Fly to the SKY

E’ noti­zia da prima pagina di tutti i quo­ti­diani nazio­nali il sor­passo in ter­mini di pro­venti da parte di SKY su RTI – Mediaset.

La tabella sot­to­stante sin­te­tizza otti­ma­mente le dina­mi­che gene­rali di tutto il mer­cato edi­to­riale della nostra nazione.

I ricavi della tele­vi­sione sono com­ples­si­va­mente in cre­scita men­tre è la stampa ad arretrare.

Cre­sce l’editoria elet­tro­nica che però con­ti­nua a rap­pre­sen­tare una quota risi­bile del mercato.

I soste­ni­tori di inter­net a paga­mento non giun­gano a con­clu­sioni affret­tate o a spe­ranze ingiu­sti­fi­cate tra­slando i risul­tati della Pay Tv al web.

L’utilizzo del tele­co­mando è ancora oggi di gran lunga più “friendly user” di un qual­siasi pc per una fetta impor­tan­tis­sima della popo­la­zione. La Pay Tv è stata, con­tra­ria­mente ad inter­net, da sem­pre a paga­mento e dalla sua intro­du­zione al sor­passo odierno sono stati neces­sari quasi 20 anni.

Mercato editoriale e pubblicitario