Marshall McLuhan

Pubblicato il 23 luglio 2011 by Pier Luca Santoro

Il Contenuto di un Medium è Sempre un Altro Medium

In cin­que minuti tutte le home page del New York Times dal set­tem­bre 2010 a giu­gno 2011.

L’home page di un quo­ti­diano, al pari della prima pagina della ver­sione tra­di­zio­nale, tra­smette quello che secondo l’editore sono le noti­zie più rile­vanti del giorno. In un anno carat­te­riz­zato da eventi dirom­penti quali, per citare quelli di por­tata inter­na­zio­nale, la pri­ma­vera araba e lo tsu­nami giap­po­nese è inte­res­sante veri­fi­care l’importanza e la per­ma­nenza attri­buita a cia­scuna notizia.

Diceva Mar­shall McLu­han in «Under­stan­ding Media» nel 1964 che il con­te­nuto di un medium è sem­pre un altro medium. Il video ne è l’esatta rappresentazione.

Pubblicato il 15 maggio 2011 by Pier Luca Santoro

McLuhan Visionario

Mar­shall McLu­han nel 1964 scriveva:

The clas­si­fied ads [and stock-market quo­ta­tions] are the bedrock of the press. Should an alter­na­tive source of easy access to such diverse daily infor­ma­tion be found, the press will fold.

Pro­fe­zia che con spe­ci­fico rife­ri­mento ai due set­tori citati si è cer­ta­mente avve­rata con l’avvento del web e dell’informazione online.

Impatto del digi­tale sui modelli tra­di­zio­nali dei media e dell’advertising che il video sot­to­stante  ben sintetizza.

Come ripor­tato nell’ottavo capi­tolo del rap­porto CJR, inter­net non è un amico o un nemico, è sem­pli­ce­mente una realtà.

[Via]