mario monti

Corriere dello Sport
Pubblicato il 30 giugno 2012 by Pier Luca Santoro

Abbassare la Cresta [e Citare la Fonte]

Le prime pagine di ieri di «Libero», con un “Vaf­fan­Mer­kel”, e del «Il Gior­nale», che addi­rit­tura arri­vava a tito­lare “Ciao Ciao Culona”, sono inqua­li­fi­ca­bili, da inci­dente diplo­ma­tico, espres­sione del gior­na­li­smo più becero.

Sem­pre da ieri, un foto­mon­tag­gio dell’attuale Pre­si­dente del Con­si­glio, rea­liz­zato dal pub­bli­ci­ta­rio vene­ziano Ema­nuele Dal Carlo, ha otte­nuto ampis­sima dif­fu­sione nei diversi social net­work per essere ripreso da diversi gior­nali online. L’autore ne ha rac­con­tato la genesi e rias­sunto gli aspetti virali dell’iniziativa a Ninja Marketing.

Sta­mat­tina il «Cor­riere dello Sport» uti­lizza il foto­mon­tag­gio che prende buona parte della sua prima pagina. Sotto si legge: “Nella foto un foto­mon­tag­gio che si trova nel web”. Un non rico­sci­mento del giu­sto cre­dito all’autore alla quale, sep­pure in tono minore, con minor enfasi, non si sot­trae nep­pure «La Gaz­zetta dello Sport», che anche in que­sto caso scrive: “ecco il foto­mon­tag­gio che gira in rete”

Invito tutti coloro che leg­ge­rano que­ste righe a fare copia-incolla degli arti­coli dei quo­ti­diani in que­stione appo­nendo la mede­sima dicitura.

E’ ora di abbas­sare la cre­sta e citare la fonte.

Pubblicato il 11 febbraio 2012 by Pier Luca Santoro

Storie da Copertina

Fiumi di parole sono state scritte in que­sti giorni sulla coper­tina del «Time» di que­sta set­ti­mana che è stata dedi­cata al nostro Pre­si­dente del Con­si­glio Mario Monti. La scelta di ritrarre l’attuale capo del nostro Governo è stata una­ni­ma­mente inter­pre­tata come la con­ferma dell’autorevolezza e del buon lavoro che gli viene attri­buito e rico­no­sciuto, san­cito, sugel­lato dalla copertina.

Pec­cato che così non sia asso­lu­ta­mente. Infatti la coper­tina degli Stati Uniti, dove il set­ti­ma­nale vende la stra­grande mag­gio­ranza delle pro­prie copie, ha un sog­getto com­ple­ta­mente diverso, men­tre Monti è rap­pre­sen­tato sola­mente sulle edi­zioni distri­buite fuori dagli USA.

Sto­rie da coper­tina che sta­bi­li­scono ancora una volta il limite tra noti­zie e informazione.

Pubblicato il 5 dicembre 2011 by Pier Luca Santoro

La Manovra di Monti, La Rete & Il Paese [Ir]Reale

Ieri men­tre il Pre­si­dente del Con­si­glio ed alcuni Mini­stri tene­vano la con­fe­renza stampa di pre­sen­ta­zione della mano­vra eco­no­mica in Rete pareva non si par­lasse d’altro.

In par­ti­co­lare Twit­ter, più di Face­book, era let­te­ral­mente invaso di com­menti e con­si­de­ra­zioni in diretta su quanto tra­smesso da Rai News e La7, con #monti e #mano­vra le hash­tag più uti­liz­zate che dive­ni­vano imme­dia­ta­mente temi di ten­denza, tren­ding topic, del momento.

Mi ero ripro­messo, ed avevo pub­bli­ca­mente pro­messo, che sarebbe stato inte­res­sante vedere i dati Audi­tel per capire l’interesse gene­rale, l’attenzione del pub­blico sul tema.

Su Twit­ter il picco mas­simo di men­zioni di #monti e di #mano­vra è stato tra le 20.30 e le 21,30 con, rispet­ti­va­mente, 6503  e 3030 cita­zioni rela­tive ad un arti­colo del NYT ed alla diretta tra­smessa online da Repubblica.it.

In tele­vi­sione, secondo le rile­va­zioni Audi­tel dispo­ni­bili, Tutti pazzi per amore ha tota­liz­zato 4,632 mln di tele­spet­ta­tori, pari al 16.20% di share, e Distretto di Poli­zia 11 altri 3,538 mln [12.28%]. Ben distanti le emit­tenti ed i pro­grammi della diretta TV dedi­cata a Mario Monti con Rai News a 507mila tele­spet­ta­tori con il 1,73% di share e La7 con una media di 836mila pari ad uno share 3,49%.

La Rete e il Paese [ir]reale.