m dis

Pubblicato il 9 aprile 2011 by Pier Luca Santoro

Premium Price

Aumento sostan­zioso del prezzo di ven­dita del “Sole 24 Ore” a par­tire da domani con un incre­mento di cin­quanta centesimi.

Il pas­sag­gio a 1,50 € tutti i giorni viene “ammor­bi­dito” dal man­te­ni­mento allo stesso prezzo anche nelle gior­nate in cui vi è un inserto.

Dell’aumento non vi è trac­cia di infor­ma­zione sul sito del quo­ti­diano di Con­fin­du­stria, ma il distri­bu­tore nazio­nale, M-Dis, lo ha anti­ci­pato da un paio di giorni agli edi­co­lanti. In  que­sto modo “Il Sole” diven­terà il gior­nale a larga dif­fu­sione più caro di tutti.

Una scelta corag­giosa, det­tata molto cer­ta­mente dalle note dif­fi­coltà di bilan­cio del quo­ti­diano, resta da vedere se i let­tori saranno dispo­ni­bili a rico­no­scere que­sto pre­mium price.

Pubblicato il 22 settembre 2009 by Pier Luca Santoro

Il fatto selettivo

Dopo la cam­pa­gna di pre­emp­tion svolta otti­ma­mente della quale avevo par­lato a suo tempo, da domani sarà in edi­cola il nuovo quo­ti­diano diretto da Anto­nio Padellaro.

“Il Fatto” sarà in ven­dita ad un prezzo di ven­dita di 1,20 € per sei giorni alla set­ti­mana [no lunedì] nel for­mato 31x45. Il quo­ti­diano sarà distri­buito da m-dis che ne curerà la dif­fu­sione, logi­stica e , pare, le atti­vità pro­mo­zio­nali in tutta Italia.

Gli abbo­na­menti per­ce­piti effet­ti­va­mente sono stati 27mila, dei quali 3mila hanno pre­no­tato ma non pagato; di que­sti circa il 60% ha scelto la ver­sione pdf da sca­ri­care dal web. Pro­ba­bil­mente sia i 120 euro di rispar­mio [ 100 € vs. 220 della ver­sione car­ta­cea] che la pro­mo­zione svolta fon­da­men­tal­mente on line con l’Antefatto hanno inciso su que­sta dinamica.

Nella fase di lan­cio il quo­ti­diano avrà una “dif­fu­sione mirata” in circa il 50% delle edi­cole [15mila su 37mila per l’esattezza] di aree sele­zio­nate. La tira­tura dovrebbe aggi­rarsi intorno alle 85mila copie.

Visto che l’Emila R. dovrebbe essere coperta per intero mi riservo di tor­nare sull’argomento dopo aver visto fisi­ca­mente il quotidiano.

La poli­tica di distri­bu­zione selet­tiva e la cam­pa­gna di comu­ni­ca­zione pre lan­cio svolta ne fanno un caso da seguire con atten­zione nelle sue – spe­riamo – evoluzioni.

fiducia il fatto

Ovvia­mente al di là delle logi­che distri­bu­tive e promo-pubblicitarie, le firme – i gior­na­li­sti – ed il modello socie­ta­rio di finan­zia­mento dell’iniziativa costi­tui­scono ulte­riore motivo di inte­resse e let­tura del quo­ti­diano che sulla carta [let­te­ral­mente] ha tutte le chance per otte­nere ulte­riori suc­cessi oltre a quelli già riscossi, fose, ina­spet­ta­ta­mente in fase di pre lancio.

Si segnala, infine, che pare che Repub­blica, La Stampa e L’Unità omet­tono – ad oggi – di par­lare del nascente quo­ti­diano. Anche que­sto costi­tui­sce un fatto selettivo.