l’unità

Pubblicato il 26 maggio 2011 by Pier Luca Santoro

Una Prima Pagina Gioconda

Nell’edizione di “Porta a Porta” di ieri, l’attuale Pre­si­dente del Con­si­glio, tra le diverse dichia­ra­zioni rese si para­gona a Leo­nardo da Vinci.

L’Unità di sta­mane decide di con­cen­trare la pro­pria atten­zione su que­sta ed altre affer­ma­zioni fatte nel salotto not­turno di Vespa rea­liz­zando, per così dire, una prima pagina gioconda.

Pubblicato il 2 novembre 2010 by Pier Luca Santoro

L’informazione di Novembre

Ancora una volta «Il Gior­na­laio» è oggi in grado di pro­porre in ante­prima asso­luta le novità, i titoli che saranno pub­bli­cati dai prin­ci­pali quo­ti­diani del nostro paese.

- La Stampa: Fiat acqui­si­sce Poli­stil. Mar­chionne sod­di­sfatto annun­cia: “Final­mente abbiamo nel cas­setto dei nuovi modelli[ni]”.

- Il Mes­sag­gero: Ale­manno sulle pro­te­ste al Festi­val del Cinema di Roma dichiara peren­to­rio: “E’ un film già visto”.

- Il Cor­riere della Sera: All’interno della riforma della giu­sti­zia spunta la legge matrio­ska sugli stra­nieri. L’Articolo 129.1.77 recita: “Qua­lun­que sou­brette, fino a prova con­tra­ria, può essere parente di Mubarak”.

- Il Sole24Ore: Il Mini­stro dell’Economia Tre­monti pre­senta il «decreto super­ciuck». All’insegna del motto rubare ai poveri per dare ai ric­chi il nuovo scudo fiscale in pro­gramma per il 2011.

- L’Unità: In vista delle ele­zioni Ber­sani dispo­ni­bile all’alleanza con Sini­stra Eco­lo­gi­sta di Ven­dola. Già pronto lo slo­gan: “Lotta dura per la ver­dura, lotta armata per l’insalata”.

- Libero: Ber­lu­sconi con­trat­tacca. Il Pre­mier rivela il piano di rilan­cio dell’esecutivo fon­dato sulle “3T”: Tac­chi, Toupè e.…

- Il Gior­nale: Sil­vio c’è! Più tac­chi per tutti è la pro­messa del Pre­mier per resti­tuire la giu­sta sta­tura al popolo italiano.

- Prima Comu­ni­ca­zione: Uno sta­gi­sta della Casa­leg­gio & Asso­ciati sba­glia e carica il post per il blog di Di Pie­tro su quello di Beppe Grillo che rea­lizza 28 milioni di visite senza che nes­suno se ne accorga. Il neo­lau­reato imme­dia­ta­mente pro­mosso Gene­ral Cor­po­rate Ful­fil­ling Social Stra­gist Mana­ger. Genio!

- La Repub­blica: L’import del pomo­doro balza al +573% nei primi 9 mesi del 2010. E’ l’effetto dell’espulsione degli immi­grati clan­de­stini addetti alla rac­colta segna­lano gli analisti.

- Il Mat­tino: Sgarbi nomi­nato da Ber­lu­sconi Com­mis­sa­rio Supremo della Cam­pa­nia pro­getta di indurre l’eruzione del Vesu­vio per risol­vere l’emergenza rifiuti. “Pom­pei docet” le parole dell’eclettico cri­tico d’arte al momento dell’insediamento.

Pubblicato il 9 dicembre 2009 by Pier Luca Santoro

La reputazione on line dei quotidiani italiani

Ita­lia Oggi ha com­mis­sio­nato ad Act Value l’analisi della distri­bu­zione dei com­menti posi­tivi e nega­tivi on line per cin­que quo­ti­diani della nostra nazione.

Uti­liz­zando uno stru­mento messo a punto dalla società di con­su­lenza, sono stati moni­to­rati i com­menti degli inter­nauti rela­ti­va­mente a “Il Fatto”, “Il Gior­nale”, “Libero”, “L’Unità” e “La Repub­blica”. Al momento dello scan­da­glio di blog e social net­works “il Fatto” non era ancora appro­dato in edi­cola ma era pre­sente solo sul web con “L’Antefatto”.

Dall’analisi effet­tuata sul sen­ti­ment dei navi­ga­tori, “Il Gior­nale” è il quo­ti­diano che mag­giori cri­ti­che rac­co­glie su inter­net, men­tre “Il Fatto” è quello che ottiene mag­giori con­sensi. La ten­denza degli “oppo­sti estre­mi­smi”, peral­tro, sta attual­mente pre­miando entrambe le testate che, secondo le prime anti­ci­pa­zioni sulle dif­fu­sioni dei quo­ti­diani a novem­bre, hanno ten­denze più che positive.

Se Face­book possa o meno essere rite­nuto lo spec­chio della rete è opi­na­bile, quel che appare certo è che i gruppi di soste­ni­tori e detrat­tori pre­senti sul cele­ber­rimo social net­work con­fer­mano com­ples­si­va­mente la ten­denza gene­rale sep­pur con accenti meno spic­cati. Il popolo di Face­book sicu­ra­mente ama meno “Libero” ed il suo diret­tore rispetto alla media degli internauti.

Visti i risul­tati al di là di ogni aspet­ta­tiva regi­strati dal quo­ti­diano diretto da Anto­nio Padel­laro si com­prende con faci­lità quale sia la con­cre­tezza ed il valore della repu­ta­zione on line; come dice­vano i latini fama nihil est cele­rius [nulla è più rapido dei “rumors”].

Sotto que­sto pro­filo, resta la curio­sità di sapere lo sco­ring asse­gnato da Act Value al quo­ti­diano che ha com­mis­sio­nato la ricerca che pur­troppo non sono stati resi noti.

Anche su You Tube “Il Fatto” è il quo­ti­diano che riscuote mag­giori con­sensi con com­menti posi­tivi alla mag­gio­ranza dei video pub­bli­cati dalla testata in que­stione che otten­gono anche un ampio numero di visua­liz­za­zioni [oltre 38mila].

Com­ples­si­va­mente, nono­stante lo “stra­po­tere” di Tra­va­glio & Co, la testata che ha un mag­gior equi­li­brio è “L’Unità” di Con­cita De Gre­go­rio che rac­co­glie com­menti posi­tivi e nega­tivi pra­ti­ca­mente in egual misura otte­nendo così indi­ret­ta­mente il rico­no­sci­mento di un buon equi­li­brio nella linea edi­to­riale basato anche sulla scelta di non dare al “gos­sip poli­tico” gli spazi che molti altri quo­ti­diani hanno invece concesso.

Dif­fi­cile entrare in mag­gior det­ta­glio per man­canza pur­troppo di dati approfonditi.

Se dopo le recenti ana­lisi sulle dina­mi­che ed il valore del pas­sa­pa­rola favo­rito dai quo­ti­diani ci si [pre]occupa anche della repu­ta­zione on line credo si stia final­mente pro­ce­dendo nella giu­sta direzione.

Pubblicato il 22 settembre 2009 by Pier Luca Santoro

Il fatto selettivo

Dopo la cam­pa­gna di pre­emp­tion svolta otti­ma­mente della quale avevo par­lato a suo tempo, da domani sarà in edi­cola il nuovo quo­ti­diano diretto da Anto­nio Padellaro.

“Il Fatto” sarà in ven­dita ad un prezzo di ven­dita di 1,20 € per sei giorni alla set­ti­mana [no lunedì] nel for­mato 31x45. Il quo­ti­diano sarà distri­buito da m-dis che ne curerà la dif­fu­sione, logi­stica e , pare, le atti­vità pro­mo­zio­nali in tutta Italia.

Gli abbo­na­menti per­ce­piti effet­ti­va­mente sono stati 27mila, dei quali 3mila hanno pre­no­tato ma non pagato; di que­sti circa il 60% ha scelto la ver­sione pdf da sca­ri­care dal web. Pro­ba­bil­mente sia i 120 euro di rispar­mio [ 100 € vs. 220 della ver­sione car­ta­cea] che la pro­mo­zione svolta fon­da­men­tal­mente on line con l’Antefatto hanno inciso su que­sta dinamica.

Nella fase di lan­cio il quo­ti­diano avrà una “dif­fu­sione mirata” in circa il 50% delle edi­cole [15mila su 37mila per l’esattezza] di aree sele­zio­nate. La tira­tura dovrebbe aggi­rarsi intorno alle 85mila copie.

Visto che l’Emila R. dovrebbe essere coperta per intero mi riservo di tor­nare sull’argomento dopo aver visto fisi­ca­mente il quotidiano.

La poli­tica di distri­bu­zione selet­tiva e la cam­pa­gna di comu­ni­ca­zione pre lan­cio svolta ne fanno un caso da seguire con atten­zione nelle sue – spe­riamo – evoluzioni.

fiducia il fatto

Ovvia­mente al di là delle logi­che distri­bu­tive e promo-pubblicitarie, le firme – i gior­na­li­sti – ed il modello socie­ta­rio di finan­zia­mento dell’iniziativa costi­tui­scono ulte­riore motivo di inte­resse e let­tura del quo­ti­diano che sulla carta [let­te­ral­mente] ha tutte le chance per otte­nere ulte­riori suc­cessi oltre a quelli già riscossi, fose, ina­spet­ta­ta­mente in fase di pre lancio.

Si segnala, infine, che pare che Repub­blica, La Stampa e L’Unità omet­tono – ad oggi – di par­lare del nascente quo­ti­diano. Anche que­sto costi­tui­sce un fatto selettivo.