information design

Pubblicato il 30 maggio 2011 by Pier Luca Santoro

Didascalico: Architettura dell’Informazione

L’architettura dell’informazione è defi­nita dall’Infor­ma­tion Archi­tec­ture Insti­tute come segue:

  • La com­bi­na­zione di orga­niz­za­zione, eti­chet­ta­tura, sistemi di navi­ga­zione e sistemi di ricerca all’interno di uno spa­zio informativo.

  • Il design della strut­tura di uno spa­zio infor­ma­tivo che faci­liti il rag­giun­gi­mento dell’obiettivo e con­senta l’accesso in maniera intui­tiva ai contenuti.
  • Abi­lità e cono­scenza neces­sa­rie a strut­tu­rare e clas­si­fi­care siti web, intra­net ed ogni altro spa­zio infor­ma­tivo dell’organizzazione per aiu­tare le per­sone a tro­vare e gestire informazioni
  • Una disci­plina emer­gente e una comu­nità di pra­tica con­cen­trata sul por­tare i prin­cipi del design e dell’architettura del pae­sag­gio digi­tale e cartaceo.

Dida­sca­lico ma utile promemoria.

[Via]

Pubblicato il 27 aprile 2011 by Pier Luca Santoro

Come si Realizza una Rivista

Richard Tur­ley, Diret­tore Crea­tivo di Busi­nes­sWeeek, durante una recente con­fe­renza per la Society of Publi­ca­tion Desi­gner ha rac­con­tato come si rea­lizza una rivista.

Per farlo ha uti­liz­zato que­sto video che in meno di 4 minuti illu­stra in sin­tesi il pro­cesso di pro­du­zione del set­ti­ma­nale statunitense.

Istrut­tivo.

[Via]

Pubblicato il 30 marzo 2011 by Pier Luca Santoro

Annuario delle Notizie Internazionali

Mar­ga­ret McKenna, spe­cia­li­sta di visua­li­za­zione e rac­colta dei dati e Mar­ga­ret McCon­nell, spe­cia­li­sta in ana­lisi sta­ti­stica, hanno creato una nuova for­mula per rea­liz­zare un annua­rio di notizie.

Sono state ana­liz­zate e rac­colte tutte le infor­ma­zioni dedi­cate al pano­rama inter­na­zio­nale del New York Times nel 2010 ana­liz­zan­done fre­quenza e lun­ghezza. Le noti­zie sono sud­di­vise per mese ed area geo­gra­fica così da for­nire un pano­rama della coper­tura infor­ma­tiva per cia­scun con­ti­nente. Viene inol­tre for­nito il det­ta­glio per alcune aree tema­ti­che quali poli­tica, eco­no­mia, sociale, guerre e disastri.

La visua­liz­za­zione ani­mata con­sente di scor­rere attra­verso tutti i mesi dell’anno. Clic­cando sul cir­colo scelto si ha accesso all’articolo ori­gi­nale del NYT.

L’ampiezza del cer­chio defi­ni­sce la lun­ghezza dell’articolo, o degli arti­coli, dedi­cati al tema spe­ci­fico, per­met­tendo così di com­pren­dere la rile­vanza attri­buita a cia­scun argomento.

Rea­liz­za­zione utile e spettacolare.

A mar­gine si segnala il video che rac­co­glie gli ultimi 15 anni delle prime pagine, delle home page, dell’edizione online del quo­ti­diano sta­tu­ni­tense, decri­ven­done per imma­gini cam­bia­menti ed evoluzioni.

Pubblicato il 3 marzo 2011 by Pier Luca Santoro

Il Valore della Prima Pagina

Per i quo­ti­diani la prima pagina iden­ti­fica imme­dia­ta­mente la gerar­chia data alle noti­zie dipen­denti dalla diversa impo­sta­zione poli­tica e dagli inte­ressi della pro­prietà [o forse più in gene­rale degli stakeholders].

Per la ver­sione tra­di­zio­nale car­ta­cea la prima pagina è il biglietto da visita, il richiamo agli inte­ressi del let­tore, ampli­fi­cato a fini com­mer­ciali dalle locan­dine appo­ste fuori dalle edi­cole che la sin­te­tiz­zano con le noti­zie prin­ci­pali di mag­gior richiamo del giorno.

Sono con­cetti rela­ti­va­mente basici, o per­lo­meno noti, egre­gia­mente rias­sunti nella bio­lo­gia della pagina rea­liz­zata da Fran­ce­sco Franchi.

Jacek Utko, che ha dedi­cato la sua vita pro­fes­sio­nale al tema, nel video [Via] sot­to­stante, esalta il valore del design della prima pagina citando nume­rosi casi con­creti ed evi­den­ziando come l’impatto della lavoro fatto non sia sola­mente squi­si­ta­mente gra­fico ma abbia un rap­porto diretto con le ven­dite dei quotidiani.

Pare che que­ste dina­mi­che si appli­chino asso­lu­ta­mente anche alla ver­sione digi­tale dei gior­nali, come argo­menta dalle pagine di Nie­mam Lab il fon­da­tore di Visual Reve­nue, azienda dedi­cata spe­ci­fi­ca­ta­mente a for­nire i dati, le ana­lisi sull’impatto delle diverse noti­zie nelle prime pagine dei quotidiani.

Secondo i dati di sin­tesi evi­den­ziati infatti, il 78% degli arti­coli del giorno letti ha come fonte la prima pagina, men­tre solo il 7% dai motori di ricerca.

Il valore della prima pagina resta sostan­ziale sia per la carta che per il digitale.

Pubblicato il 7 dicembre 2010 by Pier Luca Santoro

WikiLeaks: Mappatura & Aggiornamenti in Tempo Reale

Il blog del Guar­dian dedi­cato alle news sta for­nendo gli aggior­na­menti in tempo reale di quello che avviene a Lon­dra dall’arresto di Julian Assange ad ora. Sicu­ra­mente la miglior fonte alla quale attin­gere infor­ma­zioni aggior­nate sulla situazione.

Wiki­Leaks informa attra­verso Twit­ter che l’arresto del suo fon­da­tore non fer­merà il rila­scio dei docu­menti che avverrà rego­lar­mente anche oggi.

La cam­pa­gna di “mass-mirroring” tesa a ren­dere impos­si­bile il blocco del flusso di infor­ma­zioni e docu­menti è rad­dop­piata nei numeri nelle ultime 24 ore pas­sando da 355 a 748 siti che hanno aderito.

Lo svi­luppo del net­work di soste­gno a Wiki­Leaks può essere visua­liz­zato su una mappa inte­rat­tiva in costante aggiornamento.

Update: Assange, diretta dalla Corte di Lon­dra su Repub­bli­caTv