il corriere della sera

Corriere Mundial
Posted on 22 aprile 2014 by Pier Luca Santoro

[Ri]Lanci Sulla Carta

«Il Cor­riere della Sera» nella seconda metà di mag­gio, in coin­ci­denza con le ele­zioni, si appre­sta a lan­ciare un edi­zione spe­ciale del quo­ti­diano: “La Ripresa”, dedi­cato a coprire in det­ta­glio tutti gli aspetti eco­no­mici legati al recu­pero eco­no­mico del nostro Paese.

Secondo quanto riporta il «Finan­cial Times», lo spe­ciale avrà una tira­tura di 20 milioni di copie ed i costi saranno coperti da una doz­zina di grandi aziende spon­sor dell’iniziativa.

Da indi­scre­zioni rac­colte dal sot­to­scritto pare che sia in pro­gramma la mede­sima ope­ra­zione anche per «La Gaz­zetta dello Sport», molto pro­ba­bil­mente in con­co­mi­tanza con i mon­diali di calcio.

In entrambi i casi le copie ver­ranno reca­pi­tate a casa di altret­tante fami­glie ita­liane copren­done quasi la totalità.

A memo­ria, esclu­dendo la distri­bu­zione delle pagine gialle, credo che si tratti della più grande ope­ra­zione di sam­pling mai vista in ambito edi­to­riale in Italia.

Se nelle dichia­ra­zioni il futuro è nel digi­tale, il [ri]lancio avviene sulla carta…

Corriere Mundial

- Word Cloud Lionel Barber FT -
Posted on 13 ottobre 2013 by Pier Luca Santoro

Il Futuro dei Giornali nelle Nuvole

A fine set­tem­bre Fer­ruc­cio De Bor­toli ha scritto un memo interno per la reda­zione del gior­nale da lui diretto come anti­ci­pa­zione rispetto al piano edi­to­riale del quo­ti­diano di via Sol­fe­rino pre­sen­tato come una pro­po­sta aperta al con­tri­buto dei giornalisti.

Durante la set­ti­mana anche il diret­tore del «Finan­cial Times» ha scritto una nota per lo staff del pre­sti­gioso quo­ti­diano economico-finanziario, poi tra­dotta su «L’Huffington Post».

Ed ancora, sem­pre su «L’Huffington Post», Carlo De Bene­detti, edi­tore del gruppo l’Espresso-Repubblica fa il suo “esor­dio da blog­ger”, anche se in realtà si tratta della tra­scri­zione del suo inter­vento all’Internet Festi­val 2013,  per par­lare di carta e digitale.

Gli inter­venti, nel caso vi fos­sero sfug­giti, sono asso­lu­ta­mente da leg­gere con atten­zione visto che riguar­dano i due mag­giori quo­ti­diani nazio­nali e,  gra­zie a quello di Lio­nel Bar­ber, con­sen­tono anche di dare uno sguardo alle pro­spet­tive dell’evoluzione carta-digitale per una testata inter­na­zio­nale quale il «Finan­cial Times».

Ho rea­liz­zato la word cloud di tutti e tre i con­tri­buti, eli­mi­nando i ter­mini più comuni per ren­derla più facil­mente leg­gi­bile, per vedere a colpo d’occhio simi­li­tu­dini e dif­fe­renze. E’ inte­res­sante notare come, pur par­lando fon­da­men­tal­mente dello stesso tema, i ter­mini uti­liz­zati, e dun­que il senso del discorso nel suo com­plesso, pre­sen­tino note­voli differenze.

Per appro­fon­dire, vale asso­lu­ta­mente la let­tura il pezzo di Piero Vietti “Wee­kend di carta” di deco­di­fica del signi­fi­cato e delle pro­spet­tive offerte dai tre interventi.

Com­ment is free!

- Word Cloud Ferruccio De Bortoli -

- Word Cloud Fer­ruc­cio De Bortoli -

- Word Cloud Lionel Barber FT -

- Word Cloud Lio­nel Bar­ber FT -

- Word Cloud De Benedetti -

 

- Word Cloud De Benedetti -
Intervista D Gamification
Posted on 5 agosto 2013 by Pier Luca Santoro

Gamification sulla Carta

«Il Cor­riere della Sera», nella sezione, nella pagina che durante il mese di ago­sto molti quo­ti­diani dedi­cano ai gio­chi, ha inse­rito, con cadenza gior­na­liera, un ana­gramma che si risolve se si sono letti con atten­zione gli arti­coli pub­bli­cati dal gior­nale di via Sol­fe­rino nei giorni pre­ce­denti. Ad onor del vero esi­ste anche una ver­sione in Rete, chia­mata “Fatti & Misfatti della set­ti­mana. News Quiz” dove però si tratta sem­pli­ce­mente di una bat­te­ria di domande, 12, a rispo­sta multipla.

Si tratta di for­mat estre­ma­mente basici, tutti da espan­dere in ter­mini di game design e dun­que di coin­vol­gi­mento del let­tore, che però ren­dono l’idea della pos­si­bi­lità di incen­ti­vare la pro­fon­dità di let­tura, e dun­que il tempo speso sul sito se pen­siamo alla ver­sione online, attra­verso la gami­fi­ca­tion dell’informazione.

Corsera Gamification

Sul tema della gami­fi­ca­tion, sabato scorso su D, l’inserto set­ti­ma­nale fem­mi­nile di «la Repub­blica», è stato pub­bli­cato un arti­colo “La vita è un grande gioco”. Nell’articolo, par­tendo da un’intervista effet­tuata al sot­to­scritto recen­te­mente da Eli­sa­betta Mur­riti, che firma il pezzo, si fa un excur­sus sull’argomento affron­tando, sep­pure ine­vi­ta­bil­mente in modo divul­ga­tivo, l’applicazione della gami­fi­ca­tion ed il suo impatto sul’informazione, sul mar­ke­ting ed anche sulla poli­tica e la gestione delle risorse umane. Se siete neo­fiti dell’argomento, e vi inte­ressa avere un primo pano­rama del tema, non posso che con­si­gliarne la lettura.

Intervista D Gamification

- clicca per leggere -

Clicca per ingrandire ed accedere alla versione interattiva
Posted on 4 febbraio 2013 by Pier Luca Santoro

La Mia PropostaSciocc per i Quotidiani Online Italiani

Il tanto atteso discorso di Ber­lu­sconi ha sor­tito il suo effetto e la bou­tade sul rim­borso dell’IMU ha tenuto banco per tutta la gior­nata di ieri ed è la noti­zia prin­ci­pale di aper­tura di tutti i quo­ti­diani oggi in edicola.

Discorso che è stato accolto pre­va­len­te­mente con ama­rezza ed iro­nia dalle per­sone su Twit­ter. Secondo Topsy, stru­mento tra i più affi­da­bili tra quelli dispo­ni­bili gra­tui­ta­mente, l’hashtag #pro­po­sta­shock e stato twit­tato 20.578 volte sino alla mez­za­notte di ieri con un picco di 3644 tweet alle 15:00 e la ver­sione pro­po­sta dal PD #pro­po­sta­sciocc ha avuto 3.622 men­tion con un picco di 583 tweet alle 14:00. Per entrambe le tag uno dei “top tweet” è rela­tivo ad un’immagine che mette assieme i titoli di diversi gior­nali sulle pre­ce­denti pro­messe, come noto non man­te­nute, di tagli fiscali da parte del Cava­liere, men­tre per il solo #pro­po­sta­shock è l’affermazione di Cetty D., spe­cia­liz­zata in satira, che ottiene 651 ret­weet e 169 favoriti.

Clicca per ingrandire ed accedere alla versione interattiva

Clicca per ingran­dire ed acce­dere alla ver­sione interattiva

Nono­stante, come mostra l’immagine sopra ripor­tata, la tag più uti­liz­zata sia stata quella del solo nome di “Mr.B”, i prin­ci­pali gior­nali online hanno ripreso la que­stione, ad esclu­sione di quelli aper­ta­mente schie­rati a favore delle “Ber­lu­sto­ries”, neo­lo­gi­smo che credo valga la pena di coniare ispi­ran­dosi al più famoso advertorials.

Se for­tu­na­ta­mente in que­sto caso, ad ecce­zione del «Mes­sag­gero» che cita solo i tweet ma non l’autore, viene rispar­miato il tweet ano­nimo il trat­ta­mento delle due coraz­zate dell’informazione online ita­liana fa riflettere.

In entrambi i casi infatti sia «Il Cor­riere della Sera» che «la Repub­blica» pub­bli­cano una foto­gal­lery di alcuni tweet da loro sele­zio­nati. Una scelta che evi­den­te­mente non può essere giu­sti­fi­cata da dif­fi­coltà tec­ni­che nell’embeddare, nell’inserire il tweet ori­gi­nale [e rela­tivo link alla fonte] stante anche le recenti miglio­rie appor­tate da Twit­ter in tal senso create pro­prio allo scopo.

La foto­gal­lery genera pagine viste, è dun­que lam­pante l’obiettivo di entrambe le testate. Una scelta che non è rispet­tosa del let­tore, degli autori dei tweet e nep­pure, a mio modo di vedere, degli inserzionisti.

Che sia pos­si­bile farlo lo dimo­stra, se neces­sa­rio, «La Stampa» che invece, for­tu­na­ta­mente, sce­glie una strada diversa pub­bli­cando lo sto­rify dei prin­ci­pali tweet dando un senso edi­to­riale attra­verso una sele­zione ragionata.

La mia “pro­po­sta­sciocc” è quella di adot­tare, ad esem­pio, il for­mat rea­liz­zato recen­te­mente dal «The Washing­ton Post» in occa­sione del giu­ra­mento di Obama. Pro­po­sta di for­mat che ha come sot­to­pro­dotto non tra­scu­ra­bile il rico­no­sci­mento, final­mente, del giu­sto cre­dito alle per­sone  e che con­sente comun­que di mone­tiz­zare pre­sen­tando nume­rosi van­taggi rispetto alle foto­gal­lery. Una base minima di rispetto che dovrebbe essere alla base di una qual­siasi rela­zione, e dun­que anche in quella tra gior­nali e let­tori, per­sone, dalla quale pare invece, ahimè, alcuni quo­ti­diani ita­liani abbiano ancora molto da imparare.

“Bonus track” le word cloud, e rela­tivo link al testo inte­grale, del discorso della discesa in campo e di quello di ieri. Altra infor­ma­zione che mi pare non venga ripor­tata inte­gral­mente dalle testate online. L’informazione credo sia sem­pre meglio for­nirla com­pleta altri­menti se non di parte resta cer­ta­mente parziale.

Il discorso del 3 Febbraio 2013 alla Fiera di Milano

Il discorso del 3 Feb­braio alla 2013 Fiera di Milano

Il discorso della discesa in campo "Per il mio paese"

Il discorso della discesa in campo “Per il mio paese”

Posted on 15 gennaio 2013 by Pier Luca Santoro

L’[Un]Social Media Marketing dell’Informazione Italiana

Ter­mi­nata la pausa nata­li­zia ritorna la mia rubrica per l’European Jour­na­lism Obser­va­tory. Si inau­gura il 2013 con un’analisi di un cam­pione di alcune testate nazio­nali, sia all digi­tal che non, cer­cando di veri­fi­care com­por­ta­menti, stra­te­gie messe in atto e livello di coin­vol­gi­mento delle per­sone su Face­book e Twitter.

L’infografica sot­to­stante sin­te­tizza i prin­ci­pali risul­tati men­tre i dati com­pleti ed il com­mento agli stessi sono dispo­ni­bili sul sito dell’Osservatorio Euro­peo di Giornalismo.

Infografica Engagement Informazione Italiana

Older Posts
Vai alla barra degli strumenti