Posted on 3 maggio 2013 by

12 Buone Pratiche su Facebook per le Media Companies

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+11Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Vin­cenzo Cosenza, durante il Festi­val Inter­na­zio­nale del Gior­na­li­smo recen­te­mente con­clu­sosi, ha pre­sen­tato i risul­tati dell’analisi effet­tuata sulle per­for­mance delle testate gior­na­li­sti­che ita­liane sui social media.

A com­mento dell’analisi svolta scrive:

Scarso l’uso di tec­ni­che di coin­vol­gi­mento del let­tore: i link puri e sem­plici ven­gono pre­fe­riti alle foto, che però risul­tano essere più apprez­zate dai let­tori. In defi­ni­tiva si usano ancora i social media come disca­rica di link, senza una cura del con­te­nuto postato su Face­book e Twit­ter, né del dia­logo con fan e fol­lo­wer [al momento solo La Stampa e Il Sole 24 Ore hanno un social media editor].

Aspetto che emer­geva anche nell’inter­vi­sta sul tema che i ragazzi della Scuola di gior­na­li­smo radio­te­le­vi­sivo di Peru­gia hanno fatto a Lella Maz­zoli ed al sottoscritto.

Ecco che allora pos­sono tor­nare utili le 12 best prac­tice per le aziende dei media che il Face­book Jour­na­lism Pro­gram Mana­ger Vadim Lavru­sik e Scott Her­sh­ko­witz, che si occupa di svi­luppo di part­ner stra­te­gico nello sport e dei media per il social net­work, hanno pub­bli­cato ieri.

I dodici punti for­ni­scono nume­rosi esempi di buone pra­ti­che che vale asso­lu­ta­mente la pena di leg­gere. In sintesi:

  1. Con­di­vi­dete le brea­king news
  2. Usate un tono col­lo­quiale e inclu­dete delle analisi
  3. Avviate delle con­ver­sa­zioni facendo domande e rispondendo
  4. Con­di­vi­dete delle sto­rie che abbiano foto e video per atti­rare l’attenzione dei let­tori, delle persone
  5. Pre­miate il pub­blico con con­te­nuti esclusivi
  6. Uti­liz­zate Faceb­bok Insight — le sta­ti­sti­che for­nite da Face­book — per com­pren­dere i gusti delle persone
  7. “Tar­ghet­tiz­zate” i post per por­tare il mes­sag­gio al gruppo giu­sto di persone
  8. Uti­liz­zate delle minia­ture, delle ante­prime, coin­vol­genti per i link delle sto­rie, delle notizie
  9. Con­sen­tite alle per­sone di par­te­ci­pare attra­verso cro­wd­sour­cing dei con­te­nuti e commenti
  10. Variate il tipo di post. Gli utenti non si “ingag­giano”, non si coin­vol­gono sem­pre allo stesso modo
  11. Usate l’applicazione dedi­cata per cari­care i con­te­nuti da mobile
  12. Otti­miz­zate la pagina per Graph Search e Mobile

12 punti ai quali mi sento di aggiun­gerne almeno un’altro: defi­nite la policy della vostra pagina e pubblicatela/lasciatela sem­pre in cima ai post che cari­cate quo­ti­dia­na­mente. Sta­bi­lire delle regole è un pre­sup­po­sto indi­spen­sa­bile per una con­ver­sa­zione civile.

Buon lavoro.

stampa_facebook_2013

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+11Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page