Posted on 22 luglio 2013 by

Co-creazione e Gamification

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+11Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

La co-creazione è, o dovrebbe essere, l’essenza del “web 2.0″, un pro­cesso col­la­bo­ra­tivo per creare qual­cosa di valore reci­proco tra un’impresa ed un con­su­ma­tore, una per­sona. Pro­cesso che ini­zia, fati­co­sa­mente, a dif­fon­dersi anche come una nuova forma di gior­na­li­smo “open”, aperto, riu­nendo i gior­na­li­sti ed i let­tori, le per­sone, per col­la­bo­rare alla pro­du­zione di una sto­ria, di un articolo.

Bon­nier Group, edi­tore inter­na­zio­nale di ori­gini fin­lan­desi, sta spe­ri­men­tando la co-creazione di «Oli­via», maga­zine fem­mi­nile finnico.

Nel 2011, «Oli­via» ha lan­ciato la sua piat­ta­forma di co-creazione “La Mia Oli­via” [Oma Oli­via] sulla quale let­tori e gior­na­li­sti col­la­bo­rano per pro­durre arti­coli in un pro­cesso sequen­ziato e  siste­ma­tico, ma aperto. I let­tori e gior­na­li­sti pro­du­cono sto­rie, arti­coli insieme ed il pro­dotto finale viene pub­bli­cato nella ver­sione car­ta­cea della rivi­sta o sul sito web.

Il pro­cesso di co-creazione del rac­conto è strut­tu­rato come una  sfida ed uti­lizza come mec­ca­ni­smo incen­ti­vante sia i cri­teri della gami­fi­ca­tion che premi offerti dagli spon­sor; nella guida sono spie­gati i mec­ca­ni­smi ed i cri­teri di asse­gna­zione dei pun­teggi e dei rela­tivi badge. Si arti­cola in fasi suc­ces­sive del pro­cesso gior­na­li­stico stan­dard di tro­vare un argo­mento, la sua ango­la­zione, pro­spet­tiva, ed even­tual­mente i sog­getti da inter­vi­stare sul tema, imma­gini e quant’altro neces­sa­rio.  Durante que­sta fase edi­to­riale ini­ziale i gior­na­li­sti della rivi­sta sono in costante dia­logo con i let­tori attra­verso una chat.

In fun­zione degli input rice­vuti dal pub­blico i gior­na­li­sti poi scri­vono le sto­rie. Nel frat­tempo, il pub­blico può seguire la pro­du­zione del rac­conto attra­verso una barra di avan­za­mento sulla piat­ta­forma di col­la­bo­ra­zione. Dal lan­cio ad oggi “La Mia Oli­via”  è rima­sto uno stru­mento co-creazione  costan­te­mente uti­liz­zato alla rivi­sta. Quando non vi sono “sfide” attive la piat­ta­forma assolve alla fun­zione di forum di discussione.

Creare comu­nità di co-creazione e ricer­care nuovi stru­menti per inte­ra­gire con i let­tori, coin­vol­gen­doli ulte­rior­mente gra­zie a mec­ca­ni­smi di gioco, rap­pre­senta una parte essen­ziale di esplo­ra­zione del futuro . Per­so­nal­mente n0n ho dubbi al riguardo, davvero.

Oma Olivia

Sul tema, vale asso­lu­ta­mente la let­tura lo stu­dio pub­bli­cato ad ini­zio anno: “Balan­cing Bet­ween Open and Clo­sed. Co-creation in maga­zine journalism”

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+11Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page