Posted on 23 ottobre 2013 by

La Carta NON è Morta, le Pagine Viste SI

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+6Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Sono stati stati pre­sen­tati in que­sti giorni i risul­tati della ricerca “BE Europe 2013″, stu­dio che ana­lizza in 17 Paesi l’esposizione ai media e il pro­filo dei diri­genti di medie e grandi aziende appar­te­nenti a tutti i set­tori economici.

La ricerca svolta per conto del «The Finan­cial Times» viene effet­tuata su un cam­pione di oltre 7mila diri­genti d’azienda ed è lo stu­dio di mag­gior durata sul seg­mento spe­ci­fico di popo­la­zione essendo ormai dal 1973 che viene effettuato.

I risul­tati sono di estremo inte­resse e la sin­tesi degli stessi pub­bli­cata sul sito de «Il Sole24Ore» è libe­ra­mente sca­ri­ca­bile e vale asso­lu­ta­mente una let­tura approfondita.

Sono in par­ti­co­lare due gli aspetti che vale la pena di sot­to­li­neare da quanto emerge dall’indagine.

Per quanto riguarda la dieta media­tica della busi­ness elite inter­na­zio­nale i quo­ti­diani nella ver­sione car­ta­cea sono ancora sta­bil­mente in testa al con­sumo di media sia in ter­mini asso­luti che a livello di fidu­cia asse­gnata a cia­scun mezzo.

FT Media Consumption

Per quanto riguarda il digi­tale, Rob Grim­shaw, diret­tore di Ft.com, spiega che “In un mese abbiamo oltre 12 milioni di per­sone che visi­tano il nostro sito. Altri siti per motivi pub­bli­ci­tari annun­ce­reb­bero in modo trion­fale di avere avuto 12 milioni di visi­ta­tori. Noi no. Per noi il modello è simile al com­mer­cio al det­ta­glio dove quei 12 milioni non sono altro che pas­santi davanti alle vetrine. Solo una parte entra nel nego­zio, si guarda in giro per vedere quello che c’è. Poi un numero ancora più pic­colo fa un acqui­sto. I nostri sforzi sono sem­pre rivolti a otti­miz­zare quell’imbuto”.

La carta NON è morta, le pagine viste SI.

FT Clicks

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+6Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page