digital journalism

Live Blogging Engagement
Pubblicato il 26 novembre 2012 by Pier Luca Santoro

Live Blogging: Content Curation & Coinvolgimento del Lettore

Una ricerca svolta del dipar­ti­mento di gior­na­li­smo della City Uni­ver­sity of Lon­don, che ha ana­liz­zato la pro­du­zione, la forma e il con­te­nuto di 146 live­blogs pub­bli­cati tra l’aprile 2011 e il giu­gno 2011 sul sito del «The Guar­dian», mostra che  tempi di let­tura dei live blogs hanno pre­sta­zioni deci­sa­mente supe­riori rispetto ai clas­sici ele­menti sta­tici quali una foto gal­lery o un arti­colo, con minuti spesi in pagina di gran lunga mag­giori rispetto alle altre due cate­go­rie, più tra­di­zio­nali, prese in considerazione.

Le impli­ca­zioni sono sia gior­na­li­sti­che che economiche.

Ne parlo quest’oggi nella mia rubrica set­ti­ma­nale per l’European Jour­na­lism Obser­va­tory. Buona lettura.

Da leg­gere, sem­pre basati, anche, sui risul­tati dello stu­dio, “Rea­ders like it live and the beau­ti­fi­ca­tion of news” pub­bli­cato sul sito di Inter­na­tio­nal Jour­na­lism Festi­val 2013 e “Why live­blogs out­per­form other online news for­mats by up to 300%” pub­bli­cato da Jour­na­lism UK.

Pubblicato il 5 luglio 2012 by Pier Luca Santoro

Dare i Numeri

Dopo la prima gior­nata di “Dig.it”, che è pos­si­bile seguire oltre che in strea­ming sia su Into­scana che su Sesto tv anche attra­verso la nar­ra­zione che i par­te­ci­panti ne fanno su Twit­ter con l’hashtag uffi­ciale #digitfi12, pro­se­guono oggi i lavori con il secondo ed ultimo giorno di que­sta prima edi­zione, defi­nita dagli orga­niz­za­tori “numero 0″ o “beta”, del primo evento nazio­nale inte­ra­mente dedi­cato al gior­na­li­smo digi­tale in Italia.

Gior­nata con­clu­siva impo­stata sulla con­cre­tezza con un incro­ciarsi di incon­tri a cavallo tra gli aspetti rela­tivi ai diritti, al lavoro di chi fa gior­na­li­smo oggi e soste­ni­bi­lità eco­no­mica del gior­na­li­smo digitale.

Pro­prio alla soste­ni­bi­lità del gior­na­li­smo digi­tale è dedi­cato il panel di chi­sura del con­ve­gno: “Il mago dei numeri: lo stato dell’arte dell’editoria digi­tale”, del quale farò il mode­ra­tore. Due ore di dibat­tito su situa­zione attuale e pro­spet­tive eco­no­mi­che dell’informazione online nel nostro Paese con un gruppo tanto varie­gato, così da cogliere la situa­zione da diverse pro­spet­tive, quanto qua­li­fi­cato di pro­fes­sio­nals del set­tore, con la pre­senza di: Nicola Ame­lio [Vice Pre­si­dente ANSO — Asso­cia­zione Nazio­nale Stampa Online], Carola Fre­diani [Gior­na­li­sta e co-fondatrice di Effe­cin­que — Agen­zia Gior­na­li­stica], Gian­Piero Zin­ziani [Respon­sa­bile Com­mer­ciale di Publi­me­dia Ita­lia — Con­ces­sio­na­ria Pub­bli­ci­ta­ria], Ales­sio Jacona [Gior­na­li­sta e Con­su­lente di Comu­ni­ca­zione] e Sal­va­tore Aran­zulla [Colu­mi­nist a Vir­gi­lio Tecnologia].

Per age­vo­lare e ren­dere il più con­creto pos­si­bile il dibat­tito ho rea­liz­zato la pre­sen­ta­zione sot­to­stante che sin­te­tizza i più recenti dati di macro­sce­na­rio dell’editoria in Italia.

Pubblicato il 4 luglio 2012 by Pier Luca Santoro

Open Journalism e Partecipazione

Ini­zia oggi “Dig.it”, il primo evento nazio­nale inte­ra­mente dedi­cato al gior­na­li­smo digi­tale in Ita­lia. Due gior­nate dense di appun­ta­menti con 12 panel con tan­tis­simi ospiti tra i quali Mario Tede­schini Lalli, Mas­simo Man­tel­lini, Vit­to­rio Paste­ris, Guido Scorza, Marco Pra­tel­lesi, Luca De Biase e tanti altri ancora.

Occa­sione di ana­lisi e di con­fronto dav­vero impor­tante per fare il punto sulla tra­sfor­ma­zione in atto nel mondo dell’editoria e del gior­na­li­smo online e nel rap­porto fra infor­ma­zione e società, che ha già rac­colto un grande inte­resse con 450 addetti ai lavori che, sin ora, si sono regi­strati per par­te­ci­pare all’evento.

Sta­mat­tina, dopo l’apertura, il primo panel è dedi­cato a: “Open jour­na­lism e par­te­ci­pa­zione: le nuove fron­tiere del gior­na­li­smo digi­tale nel con­te­sto ita­liano”. Con­fronto al quale sono stato, come sem­pre incau­ta­mente, invi­tato a for­nire il mio con­tri­buto come rela­tore e per il quale ho pre­pa­rato lo sli­de­show sottostante.

Oltre alla mia pre­sen­ta­zione, ed a tutte quelle che ver­ranno rese dispo­ni­bili nel corso delle due gior­nate, per coloro che non potes­sero essere pre­senti il con­ve­gno potrà essere seguito in strea­ming sia su Into­scana che su Sesto tv.

Pubblicato il 19 settembre 2010 by Pier Luca Santoro

Il Futuro del Giornalismo Digitale [secondo Jeff Jarvis]

El Pais pub­blica pub­blica sta­mat­tina l’intervista effet­tuata a Jeff Jar­vis ed il rela­tivo video, nel quale il cele­bre pro­fes­sore di gior­na­li­smo e blog­ger di fama mon­diale esprime la sua visione sul futuro del gior­na­li­smo digitale.

Fon­da­men­tale, a mio avviso, il pas­sag­gio nel quale J.J. afferma: “Coloro che lavo­rano nei media vedono inter­net come un’altro mezzo, pro­dotto, edi­tato, pulito e con­trol­lato. Però inter­net non è un mezzo è un luogo. Inter­net è uno spa­zio, una società dove ci col­le­ghiamo con gli altri attra­verso le infor­ma­zioni, le azioni e le tran­sa­zioni.[…] Inter­net è la vita e la vita è disordinata”.

- clicca sull’immagine per acce­dere al video —