coscienza

Pubblicato il 29 agosto 2010 by Pier Luca Santoro

Passaggi & Paesaggi [18]

L’esperienza com­prende ciò che gli uomini fanno e sof­frono, ciò che ricer­cano, amano, cre­dono e sop­por­tano, e anche il modo in cui gli uomini subi­scono l’azione esterna, i modi in cui essi ope­rano e sof­frono, desi­de­rano e godono, vedono, cre­dono, imma­gi­nano, cioè i pro­cessi dell’esperire.

J. Dewey - Espe­rienza e natura -

Pas­saggi & Pae­saggi 1Pas­saggi & Pae­saggi 2Pas­saggi & Pae­saggi 3Pas­saggi & Pae­saggi 4Pas­saggi & Pae­saggi 5Pas­saggi & Pae­saggi 6Pas­saggi & Pae­saggi 7Pas­saggi & Pae­saggi 8Pas­saggi & Pae­saggi 9Pas­saggi & Pae­saggi 10Pas­saggi & Pae­saggi 11Pas­saggi & Pae­saggi 12Pas­saggi & Pae­saggi 13Pas­saggi & Pae­saggi 14,Pas­saggi e Pae­saggi 15Pas­saggi & Pae­saggi 16, Pas­saggi & Pae­saggi 17.

Pubblicato il 15 agosto 2010 by Pier Luca Santoro

Passaggi & Paesaggi [17]

Nella mente di ogni per­sona nor­male sem­brano esservi certi pro­cessi che chia­miamo coscienza.

Di solito rite­niamo che essi ci con­sen­tano di sapere che cosa accade nella nostra mente. Ma que­sta repu­ta­zione di auto­con­sa­pe­vo­lezza non è molto ben meri­tata, per­chè i nostri pen­sieri coscienti ci rive­lano pochis­simo di ciò che li genera.

M.Minsky — La Società della Mente -

Pas­saggi & Pae­saggi 1Pas­saggi & Pae­saggi 2Pas­saggi & Pae­saggi 3Pas­saggi & Pae­saggi 4Pas­saggi & Pae­saggi 5Pas­saggi & Pae­saggi 6Pas­saggi & Pae­saggi 7Pas­saggi & Pae­saggi 8Pas­saggi & Pae­saggi 9Pas­saggi & Pae­saggi 10Pas­saggi & Pae­saggi 11Pas­saggi & Pae­saggi 12Pas­saggi & Pae­saggi 13Pas­saggi & Pae­saggi 14,Pas­saggi e Pae­saggi 15, Pas­saggi & Pae­saggi 16.

Pubblicato il 21 marzo 2010 by Pier Luca Santoro

Passaggi & Paesaggi [6]

“Non tutta l’attività cere­brale è diret­ta­mente acces­si­bile alla coscienza. In  effetti, una tra le strut­ture ence­fa­li­che più «anti­che», il cer­vel­letto [.….] sem­bra ese­guire azioni molto com­plesse senza che in essa sia diret­ta­mente impli­cata la coscienza. Eppure la natura ha deciso di svi­lup­pare esseri pen­santi come noi, anzi­chè accon­ten­tarsi di esseri in grado di com­por­tarsi sotto la dire­zione di mec­ca­ni­smi di con­trollo del tutto inconsci.

Se la coscienza non serve a nes­sun fine selet­tivo, per­chè la natura si è data la pena di svi­lup­pare cer­velli coscienti quando cer­velli «auto­nomi», non pen­santi, come il cer­vel­letto, avreb­bero potuto cavar­sela altret­tanto bene?”

R.Penrose — La mente nuova dell’imperatore -

Pas­saggi & Pae­saggi 1

Pas­saggi & Pae­saggi 2

Pas­saggi & Pae­saggi 3

Pas­saggi & Pae­saggi 4

Pas­saggi & Pae­saggi 5