comscore

Audience Giornali Online
Posted on 24 giugno 2012 by Pier Luca Santoro

Audience dei Quotidiani Online nel Mondo

comScore ha pubblicato i dati dell’audience dei primi 50 quotidiani on line nel mondo nel mese di maggio di quest’anno. Pare non siano rilevati i quotidiani all digital, come dimostra, uno per tutti, l’assenza dell’«Huffinghton Post».

Nella classifica non figura nessun quotidiano italiano. Non credo sia solamente un problema di diffusione dell’idioma, come è possibile rilevare dalla presenza di «Gazeta.pl» con oltre 16 milioni di utenti unici in un paese di 38 milioni di abitanti la cui lingua non mi risulta essere diffusa internazionalmente. Ipotesi ulteriormente confermata, seppure al contrario, dagli utenti dei quotidiani brasiliani, quale «Jornal O Globo», che possono contare su una popolazione di circa 200 milioni di abitanti ed una lingua, il portoghese, diffusa in diversi continenti del mondo.

Con 60 milioni di abitanti ed altrettanti italiani, di prima o seconda generazione, all’estero, come mai i giornali italiani hanno numeri così modesti?

Si preparino, anche, a questa domanda, i miei ospiti del panel: “Il mago dei numeri: lo stato dell’arte numerico ed economico dell’editoria digitale” in cui farò il moderatore durante la due giorni tutta dedicata al giornalismo on line tra un paio di settimane a Firenze.

Io ovviamente ho una mia ipotesi, se voleste fornire la vostra idea lo spazio dei commenti è, come sempre, a disposizione.

– Milioni di utenti unici – Fonte: comScore News/Information – Newspapers

Posted on 23 marzo 2012 by Pier Luca Santoro

Notizie [Im]Mobili

comScore ha rilasciato ieri i risultati dell’indagine mensile che effettua sull’utilizzo di smartphones nella UE dei 5, Italia inclusa. L’estratto della ricerca si focalizza sulla fruizione di notizie attraverso lo smartphone in Francia, Germania, GB, Spagna ed Italia.

La nazione con la maggior penetrazione è la Gran Bretagna mentre è la Spagna ad essere la più dinamica, a presentare il maggior tasso di crescita nella lettura di notizie in mobilità.

I tassi di crescita rispetto al pari periodo sono davvero notevoli per tutti i Paesi presi in considerazione, aspetto incoraggiante che però deve tenere conto di una base di partenza ridotta, non altrettanto si può dire della frequenza che è davvero ai minimi termini, come mostra la tavola di sintesi dei risultati sottoriportata.

Se circa un terzo dei possessori di smartphone legge le notizie dal proprio telefonino almeno una volta al mese, il tasso di coloro che lo fanno con cadenza quotidiana crolla ad uno su dieci con l’Italia fanalino di coda.

Una dimostrazione di disaffezione e scarsità generale d’interesse che risulta ancora più evidente se raffrontata al tasso di penetrazione per social network e giochi su mobile evidenziata, appunto, come benchmark da comScore.

Ancora una volta il futuro è qui ma non ora. Le notizie restano immobili.

Posted on 20 gennaio 2012 by Pier Luca Santoro

Il 50% degli Internauti Europei Visita un Sito di Informazione Online

comScore ha rilasciato ieri l’aggiornamento relativo all’utilizzo del Web in Europa.

Su 379 milioni di utenti che hanno utilizzato Internet in 49 Nazioni dell’Europa a Novembre 2011, 181.5 hanno visitato almeno una volta l’edizione online di un quotidiano d’informazione.

Strapotere del «Mail», che nella versione online raggiunge 20 milioni di utenti unici, seguito da un altro quotidiano inglese, «The Guardian», a 15 milioni. Al terzo posto il quotidiano turco «Hurriyet.com.tr», oltre i 10 milioni. I primi 10 quotidiani segnalati da comScore assommano 101,5 milioni di utenti unici pari al 56% del totale; un livello di concentrazione non trascurabile.

Motori di Ricerca, uno per tutti ancora una volta Google, e Facebook top referrers che portano traffico alle edizioni online dei quotidiani in Europa. Al raddoppio, almeno, l’incidenza di Facebook come fonte di riferimento dal quale arrivano vistatori ai siti web dei giornali. Peccato che non vengano forniti dettagli per le edizioni online dei quotidiani italiani che, evidentemente, si posizionano sotto i valori, top segnalati nell’estratto della rilevazione resa disponibile pubblicamente.

Un aggiornamento, un  tassello informativo interessante, che aiuta a riflettere su come, se per «Mail» & «The Guardian» le revenues derivanti da digitale continuano ad essere una porzione assolutamente trascurabile, sia ancora lontana la morte dei giornali così come li conosciamo oggi. Ulteriore elemento di riflessione anche rispetto all’accordo che porterà l’Huff Post all Italiana a breve sui nostri schermi.

Posted on 7 maggio 2010 by Pier Luca Santoro

Lettura di Notizie dal Telefonino

Ad integrazione della recente esperienza di Raffaele Mastrolonardo relativamente alla lettura di notizie sul telefonino, arrivano i risultati di una ricerca di ComScore sull’utilizzo di diversi servizi in mobilità, notizie comprese, nel mercato europeo.

La ricerca prende in considerazione le dinamiche di cinque nazioni dell’UE Italia compresa.

Il nostro paese è quello con la maggior penetrazione di Smartphones che pesano ormai un terzo del totale.

La lettura di notizie dal telefonino ci vede al secondo posto, dietro alla Gran Bretagna, con 11,3%.

E’ interessante rilevare come, sia in Italia che negli altri paesi presi in considerazione, la lettura di notizie sia sempre inferiore ad altri utilizzi in mobilità quali l’accesso a social network e blog ed altri usi ricreativi.

Lo studio non risente delle recenti tariffazioni applicate da alcuni quotidiani nazionali essendo stato effettuato nel mese di febbraio e dunque precedentemente all’applicazione delle stesse.

Si tratta certamente di tendenze in fase iniziale, di dinamiche tutte da verificare nel tempo. Altrettanto certamente sono indicazioni non trascurabili per gatekeepers e tecnofans in ambito editoriale..

Vai alla barra degli strumenti