Posted on 7 aprile 2012 by

Informazione a Fumetti

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+1Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

I fumetti, come ho avuto modo di evi­den­ziare a più riprese, nel nostro paese non hanno mai avuto uno sta­tus che andasse al di là dell’intrattenimento. Il fumetto di attua­lità in Ita­lia, ad esclu­sione di raris­sime pub­bli­ca­zioni distri­buite in cir­cuiti “non uffi­ciali”, non esiste.

Il fumetto gior­na­li­stico sem­bra assu­mere sem­pre più un ruolo di stru­mento di denun­cia che testi­mo­nia come i fumetti abbiano una forza, una poten­zia­lità dav­vero inte­res­sante, supe­riore ad altre forme di espres­sione gior­na­li­stica per capa­cità di nar­ra­zione e coin­vol­gi­mento tra­sver­sale ad ogni fascia d’età.

Slate, a circa un anno dall’inizio delle pro­te­ste in Siria, ha pub­bli­cato una sin­tesi dei prin­ci­pali avve­ni­menti che hanno mar­cato l’andamento di que­sta nazione dall’indipendenza dai fran­cesi ai giorni nostri.

Con un for­mat a cavallo tra il romanzo gra­fico e l’infografica ne esce un time­line dei tumul­tuosi avve­ni­menti poli­tici di que­sto Paese dal primo colpo di stato, spal­leg­giato dalla CIA, del 1949 alla guerra civile in corso.

Pro­du­zione inte­res­sante nei con­te­nuti, forse non noti a tutti, e nel for­mat informativo.

Tweet about this on Twitter0Share on Facebook0Share on Google+1Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page