DigitalMente

“DigitalMente”, rubrica settimanale che ogni Venerdì prova a fornire spunti e appunti su digitale e dintorni, per riflettere a tutto campo su innovazione e digitale. Oggi abbiamo scelto di parlare di parlare del mercato dei dati.

La privacy dei dati è uno degli argomenti più importanti nella pubblicità digitale. Due anni dopo l’introduzione del GDPR, una discussione su tali regolamenti è ancora viva. Nel 2020, regolamenti simili chiamati CCPA sono entrati in vigore negli Stati Uniti. Sia i professionisti del marketing che i consumatori concordano sul fatto che la privacy e la trasparenza sono fondamentali per l’elaborazione dei dati.

Insieme alle leggi sulla privacy, le più grandi aziende tecnologiche lavorano su soluzioni volte a garantire la privacy degli utenti. Apple ha annunciato modifiche ai consensi di marketing su iOS e Google bloccherà i cookie di terze parti in Chrome. Allo stesso tempo, Google sta lavorando a una soluzione alternativa che sostituirà i cookie. Esistono anche altre soluzioni sul mercato digitale che aiutano a indirizzare gli utenti senza utilizzare i cookie. È importante menzionare l’iniziativa Unified ID 2.0, la cui popolarità sta crescendo rapidamente.

Ma qual è l’impatto di questi problemi di privacy e tecnologia sul mercato dei dati? Il mercato globale dei dati aumenterà più di due volte: da $ 18.9 miliardi nel 2017 a $ 52.3 miliardi nel 2021, secondo il rapporto “Global Data Market Size 2017-2019” di OnAudience.

La stima dei valori di mercato dei dati include le spese per i dati utilizzati principalmente per il targeting nelle campagne programmatic: spese per i dati di prima, seconda e terza parte e costo dell’elaborazione dei dati, inclusi i costi delle piattaforme di gestione dei dati.

I marketer in Europa spenderanno $ 6.3 miliardi in dati quest’anno. Questo mercato è cresciuto del 18.1% rispetto allo scorso anno. Il più grande mercato di dati in Europa è il Regno Unito, nazione che è anche il terzo mercato dei dati al mondo. La Francia si colloca al secondo posto con un valore di $ 912.5 milioni [+ 22.7% vs 2019]. Dietro la Francia c’è la Germania con 626.3 milioni di dollari. Il mercato in più rapida crescita tra i più grandi mercati di dati in Europa nel 2020 è la Germania con un tasso di crescita del 24.5%.

Nei top cinque più grandi mercati di dati in Europa al quarto posto la Danimarca con 129.9 milioni di dollari, e al quinto l’Italia che dovrebbe chiudere il 2020 a 98.4 milioni di dollari. Il mercato dei dati nel nostro Paese dovrebbe raggiungere i 116.9 milioni di dollari, con una crescita del 18.8%.

Due gli elementi emergenti dal rapporto. Da un lato sarà sempre più rilevante avere delle tecnologie che consentano di porre a confronto set di dati differenti senza avere direttamente il controllo dei dati stessi, come conferma l’annuncio di Nielsen di pochi giorni fa. Dall’altro lato il fatto che il mercato, obtorto collo, si stia sempre più orientando verso un ecosistema basato su fiducia e trasparenza, contrariamente a quanto si sarebbe potuto pensare, non inficia la crescita della raccolta di dati, e il suo mercato.

Infine, appare altrettanto chiaro che senza cookie di terze parti, i dati proprietari dei publisher aumenteranno di valore e importanza. Attualmente, gli inserzionisti definiscono quale degli utenti di un editore si adatta al loro pubblico. In futuro, gli editori manterranno le redini, utilizzando i propri dati per abbinare i propri utenti al pubblico di un inserzionista. Anche se, purtroppo, pare che non lo abbiano capito.

In tal senso la raccolta, e la gestione all’interno della propria data warehouse, dei dati non strutturati, a cominciare da quelli che è possibile raccogliere dai social, in chiave di business intelligence, aumenterà di rilevanza per aziende, enti e organizzazioni. Il social media listening, come strumento di audience intelligence, sarà sempre meno una opzione e sempre più un must. Meglio organizzarsi da subito al riguardo.

[clicca per ingrandire]

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.