Continua a Crescere l’Audience dei Siti d’Informazione

Audiweb ha reso disponibili i dati della total digital audience relativi alla settimana dal 9 al 15 Marzo. Rispetto ai dati della settimana precedente già di per sé in forte crescita, tra il 9 e il 15 Marzo l’audience dei brand rilevati registra un incremento medio del 19%, e il consumo dei dei contenuti video degli editori iscritti ha visto un aumento medio del 40.2%.

In particolare i brand degli editori iscritti e raggruppati nella categoria “News & Information” hanno registrato in media un’audience in aumento del 26.7% rispetto alla settimana precedente, che già aveva fatto registrare tassi di crescita molto importanti per l’audience dei siti di news.

Entrando nel dettaglio delle singole testate quella che registra il maggior incremento percentuale è Il Sole24Ore la cui audience cresce del 210% rispetto al valore medio del singolo [news]brand, calcolato sui dati dell’audience online delle settimane 20/01 – 26/01; 27/01-02/02; 03/02-09/02; 10/02-16/02.

Le tre testate nazionali che crescono maggiormente rispetto alla settimana dal 2 al 8 marzo sono HuffPost Italia [+44.9%], Il Post [+43.9%], elogiato dal Reuters Institute per la copertura responsabile del coronavirus, e ancora Il Sole24Ore [+43.5%]. Il Corriere della Sera mantiene la leadership con una distanza di oltre tre milioni di utenti unici in più nella settimana rispetto a Repubblica.

La testata che cresce meno di tutte è La Stampa [+3.7%], che però ha raddoppiato rispetto ai periodi “normali”. Mentre Lettera43, che già aveva registrato una flessione del 11.1%, perde un ulteriore 3.4%. Unica testata in calo tra le venti prese in considerazione, come mostra l’infografica sotto riportata.

[clicca per ingrandire]

Leggermente diversa la situazione dei quotidiani locali con molti in crescita come quelli nazionali, ma altrettando diversi invece in calo.

Dominio assoluto delle due testate del Gruppo Caltagirone: Mattino e Gazzettino, che crescono rispettivamente del 30.6% e del 39.3%. Il giornale con il maggior tasso di crescita è Il Quotidiano del Sud [+120.7%].

Su venti testate prese in considerazione sono sei quelle che invece registrano un calo dell’audience. La peggior performance è de l’Unione Sarda che perde addirittura il 30.9%, mentre la Nuova Sardegna cresce del 12.1%.

Come avevamo già segnalato, questa grande crescita di audience non pare proprio che porti benefici economici significativi agli editori.

Questo sia perchè in un contesto in cui tutti fanno di più, perché è aumentato il tempo speso globalmente per stare sui media, è come se nessuno stesse facendo di più in termini di risultati, ovvero di raccolta pubblicitaria, che perchè buona parte delle prenotazioni classiche sono state ritirate in nome della brand safety, e non solo. Fenomeno peraltro che si registra anche a livello globale con molte  aziende, e relativi centri media, che inseriscono nella blacklist i contenuti relativi al coronavirus nel cui contesto non vogliono apparire.

Insomma, tanto rumore per nulla, parrebbe davvero, con centinaia di articoli prodotti, e sensazionalismi acchiappa-clic, che serviranno solamente a svilire ulteriormente la reputazione dei newsbrand, come segnala GFK.

[clicca per ingrandire]

Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.