L’Audience delle News in Italia

Audiweb, ieri, ha rilasciato i dati relativi alla total digital audience a Giugno di quest’anno. Sono stati 33 milioni gli italiani che si sono collegati almeno una volta nel giorno medio dai device rilevati, trascorrendo su Internet in media 4 ore e 28 minuti al giorno per persona.

Dal database Audiweb, abbiamo elaborato i dati relativi alle principali testate giornalistiche, tra quelle presenti nei dati che vengono resi pubblici, che allo stato attuale non comprendo il circuito Today, le testate QN [Carlino / Giorno / Nazione], ed altre ancora.

In generale i dati di Giugno degli editori online registrano una flessione generale rispetto al mese corrispondente dell’anno precedente, ma è da tenere in considerazione nella valutazione dei dati è che a Giugno 2018 si era formato il Governo Conte e che dunque naturalmente vi era grande attenzione verso l’informazione in generale. Buona complessivamente invece la performance rispetto al mese precedente, legata alla coda lunga delle elezioni amministrative ed europee a Maggio, e alla vivacità, diciamo, della politica con il mese iniziato con la conferenza stampa di Conte che chiedeva chiarezza ai due vice-premier, e proseguito con lapprovazione del famigerato decreto sicurezza bis, e molto altro ancora, che ha fatto sì che le testate online abbiano conquistato maggiore interesse degli utenti.

Fatte le doverse premesse metodologiche, e inquadrato in sintesi lo scenario di riferimento, entriamo nel dettaglio dei dati partendo dalle due tesate che dominano a livello di audience: Corriere della Sera e Repubblica

A Giugno 2019, entrambe le testate sono in flessione sia rispetto a Maggio 2019 che rispetto a Giugno 2018. Un trend negativo che però presenta accenti diversi. Infatti, il quotidiano di via Solferino perde il 2.1% rispetto al mese precedente, e l’1.5% rispetto al mese corrispondente dell’anno precedente. Repubblica invece perde solamente lo 0.3% rispetto al Maggio 2019, ma ben il 15.1% [525mila utenti unici in meno nel giorno medio] rispetto al Giugno 2018.  L’infografica sottostante mostra il trend degli ultimi dodici mesi.

[clicca per ingrandire]

Abbiamo, anche, elaborato l’audience delle prime dieci testate relativamente alla fruizione di video all’interno dei loro siti web.

Segmento che Fanpage continua a dominare con un’audience ed un numero di visualizzazioni, che come noto sono quelle che generano reddito, ricavi, circa il doppio dell’inseguitore, di Repubblica. Seguono Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport, Il Messaggero, e via via gli altri.

È interessante notare come, anche se si tratta di una partita tutta interna a RCS, nonostante il Corriere abbia un audience video lievemente inferiore alla Gazzetta, per quanto riguarda le visualizzazioni la situazione si ribalta, con il quotidiano di via Solferino che ottiene 73mila visualizzazioni in più nel giorno medio rispetto ai cugini che si occupano di sport.

L’infografica sotto riportata fornisce il dettaglio di audience e visualizzazioni per ciascuna delle dieci testate analizzate.

[clicca per ingrandire]

Al di là della parte specifica dei video, come abbiamo accennato, complessivamente i dati di Giugno degli editori online registrano una flessione generale rispetto al mese corrispondente dell’anno precedente, mentre è buona in generale invece la performance rispetto al mese precedente.

Per la precisione sono 13, sulle 28 testate prese in considerazione, i newsbrand che registrano una crescita rispetto al Maggio 2019. Quasi uguale, 12, quelle che invece crescono rispetto al Giugno 2018.

Se si esclude Libero Quotidiano che registra un incremento legato probabilmente alla certificazione del TAG per la rilevazione del traffico da Google Amp [del 3 Giugno], ed quindi è possibile che la variazione dipenda da questo pezzo che non era ancora stato attivato, la testata che registra la miglior performance rispetto al mese precedente è HuffPost Italia, mentre la peggiore è Blitzquotidiano, che, pur partendo da un audience relativamente bassa, si dimezza quasi.

Rispetto al Giugno 2018 invece, la peggior performance in percentuale è del Fatto Quotidiano, che perde il 19.1%, mentre, come abbiamo visto, in valori assoluti è Repubblica a registrare il calo più pesante con oltre mezzo milione di utenti unici in meno. Il miglior andamento è per contro quello de la Stampa, in crescita del 19%.

Ancora una volta le due infografiche sotto riportate forniscono il dettaglio dell’audience a Giugno 2019 per ciascuna delle testate prese in esame, e il relativo confronto con Maggio 2019 e Giugno 2018.

[clicca per ingrandire]

[clicca per ingrandire]

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.