DigitalMente

“DigitalMente”, rubrica settimanale che ogni Venerdì prova a fornire spunti e appunti su digitale e dintorni per riflettere a tutto campo su innovazione e digitale. Oggi abbiamo scelto di parlare di musica e digitale.

In particolare vogliamo focalizzare la nostra, e vostra, attenzione su TikTok, l’app di microfilmati da massimo 15 secondi nata dalla fusione, nell’Agosto scorso, tra Bytedance, e un’altra popolare piattaforma di clip musicali: Musical.ly, che ha appena raggiunto un miliardo di download.

Secondo Digiday, che afferma di aver ricevuto le slide, con i numeri, aggiornati a Novembre 2018 da un’importante agenzia pubblicitaria europea, in Italia ci sono 2.4 milioni di utenti attivi ogni mese [qui i dati a livello mondiale aggiornati al Gennaio 2019]. Di questi il 65% sono donne mentre il 35% uomini. In totale, gli utenti aprono l’app in media 6 volte al giorno e per un totale di 34 minuti. Ogni mese, la media di visualizzazioni dei contenuti video presenti su TikTok è di circa 3 miliardi.

Complessivamente, secondo i dati di GlobalWebIndex, vi è una ratio estremamente elevata di creatori di contenuti [55% ha caricato un video], e anche l’engagement è a livelli di gran lunga superiori ad altre piattaforme social con il 63% delle persone che ha messo mi piace ad un video, il 54% che lo ha commentato, e il 50% che lo ha condiviso su altre piattaforme.

Un fenomeno di dimensioni davvero rilevanti che conta, nei 150 Paesi in cui l’app è presente, circa 500 milioni di utenti unici, un numero di sessioni di utilizzo dell’applicazione in crescita vertiginosa, e sia Apptopia che PrioriData che la mettono tra le app più scaricate.

Per farsi un’idea di quanto l’app di microfilmati sia probabilmente la piattaforma social del 2019 basti pensare agli oltre 17.5 milioni di visualizzazioni per le interpretazioni di #soldi, o alle 15.6 milioni di visualizzazioni per #lamiacreazione, piuttosto che le 17.7 milioni di visualizzazioni per #conletuemani,  solo per quanto riguarda il nostro Paese.

Ovviamente i brand non stanno a guardare. Già nel 2018 Guess e TikTok  hanno stretto una partnership per lanciare il primo branded content di TikTok negli Stati Uniti e il primo contenuto di moda a livello mondiale, e alla fine di Gennaio GrubHub, azienda del “food delivery”, ha lanciato una propria campagna sulla piattaforma in questione che pochi giorni ha visto anche approdare Jennifer Lopez. Non a caso proprio in questi giorni TikTok ha inviato ad agenzie, aziende e influencer una presentazione sui vantaggi della piattaforma social e su come utilizzarla al meglio.

Insomma, il 2019 sarà, è, l’anno di TikTok e sarà meglio che vi mettiate a studiare, a sperimentare, ed a pensare su come utilizzarla al meglio, soprattutto se avete interesse a rivolgervi a coloro tra i 12 e i 20 anni, con tanti saluti a Snapchat

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.