L’Audience dei Newsbrand Italiani Dopo le Elezioni

Pocket

Audiweb, nel passaggio al nuovo sistema Audiweb 2.0, ha sospeso, pare sino a Settembre, la pubblicazione dei dati sulla total digital audience, rendendo disponibili solo agli iscritti al servizio, agli editori, i dati in maniera riservata, anche se quando è iniziata la distribuzione dei dati daily e weekly, qualche editore, preso dalla novità e dall'entusiasmo dei dati finalmente rappresentativi di ogni singolo perimetro [audience dei siti di proprietà, audience provenienti da terze parti, quali, ad esempio: fruizione dei propri contenuti tramite applicazione mobile di Facebook e altre modalità extra perimetro], non ha resistito e ha riportato i primi dati. Dati che peraltro non hanno mancato di suscitare una battaglia tra le televisioni ed i giornali online, come segnalavamo non più tardi di Giovedì scorso.

Ecco che allora abbiamo pensato di elaborare e pubblicare i dati comScore che cortesemente ci sono stati forniti. Prima di entrare nel merito alcune precisazioni metodologiche.  Le rilevazioni di comScore prevedono l’integrazione dei dati incentrati sugli utenti, raccolti a partire da un campione di panelisti reclutati online, con quelli censuari server-centric rilevati mediante un tag inserito sulle pagine web e le altre entità online.

Poichè  i tag di comScore consentono di musurare anche il traffico in-app browsing e quello relativo ai contenuti distribuiti su piattaforme terze, come Google Amp e Facebook Instant Articles, abbiamo scelto di non inserire i dati degli editori che non taggano i propri siti, per cercare di avere dati il più "puliti" possibile. Per questo motivo mancano alcuni newsbrand di grande rilevanza - seppure avessimo anche i loro dati - come, ad esempio, La Stampa o Il Sole24Ore, per citarne solo alcuni. Dall'altro lato in compenso sono presenti alcuni newsbrand per i quali, visto che non aderiscono al servizio, Audiweb non fornisce pubblicamente i dati, com'è il caso, sempre a titolo esemplificativo, de Linkiesta. Se voleste comunque i dati completi scriveteci - compilando l'apposito modulo - e, cortesemente, spiegateci a che vi servono e ve li mandiamo per mail senza problemi.

Ciò detto, vediamo di capire come si sono evolute le audience di pubblico dalle elezioni a Maggio [ultimo dato disponibile] per i newsbrand del nostro Paese.

Nessuna sorpresa nelle prime due posizioni con Repubblica e Corsera in testa, anche se in particolare Repubblica sembra soffrire il dopo elezioni con un calo di circa 3.5 milioni di visitatori unici nel mese a Maggio rispetto a Marzo. In terza posizione, molto vicino ai valori del Corriere, Citynews, il network di testate locali che pochi giorni fa ha lanciato la 46ª testata di prossimità del Gruppo Editoriale. Un successo, che approfondiremo nei prossimi giorni pubblicando i bilanci, che dovrebbe spronare le redazioni dei quotidiani locali che invece restano prevalentemente ancorati al  cartaceo.

Da segnalare anche i volumi di traffico di Blasting News che si attesta su valori di assoluto rilievo, anche se la scarsa qualità dei contenuti, ad essere magnanimo, viene pagata in termini di tempo speso sai lettori sul sito che a Maggio si attesta a 54 minuti contro, a titolo esemplificativo, 311 di Repubblica o i 227 di Citynews. Lettori che peraltro pare provengano per ben il 90% da search a conferma di un approccio basato sul volume e non sul valore sia nei confronti del lettore che ancor più, se possibile, di chi vi scrive.

Per restare ai "pure player", anche se apparentemente in crescita, continua a faticare Linkiesta che resta su volumi di traffico abbastanza contenuti, diciamo. Segno evidente delle difficoltà, ormai pluriennali, della testata in questione ad avere un chiaro posizionamento e una buona relazione con i propri lettori.

Infine, da considerare nettamente al ribasso i dati dei visitatori unici mensili di TGCom24 che aggrega al suo interno oltre che gli accessi al proprio sito quelli di Meteo.it, SportMediaset e ComingSoon, che pesano complessivamente attorno alla metà del totale.

L'infografica sottostante fornisce il dettaglio e il trend per ciascuna testata, seleziona in base ai criteri succitati.

 

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

About Pier Luca Santoro 3204 Articoli
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification. Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

Commenta per primo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: