Quanto hanno venduto i quotidiani locali italiani nel 2017? Analisi volumi vendita (carta+digitale)

Pocket

Quanto hanno venduto i quotidiani locali italiani? Continuiamo le analisi dei volumi di vendita e questa volta analizziamo le 43 testate locali monitorata da Ads. Nella scelta di inserire le diverse testate nella categoria “locali” abbiamo dovuto fare delle scelte: ad esempio La Stampa è sicuramente una testata con un forte “anima” locale ma ci è sembrato più corretto considerarla testata nazionale (almeno per il momento, vedremo in futuro nuova organizzazione interna delle testate del gruppo Gedi), mentre Il Messaggero, per fare un altro esempio, è quotidiano con vocazione nazionale ma con ancora più forte riferimento alle cronache locali di Roma e del resto del Lazio (dove diffonde circa il 60% della propria tiratura) ci è sembrato invece più giusto inserirlo tra le testate locali.

[per ingrandire clicca su immagine per versione interattiva clicca qui]

 

Nel complesso le 43 testate nei dodici mesi del 2017 hanno avuto un volume di venduto pari a 418,5 milioni di copie registrando una flessione di 23,2 milioni di copie pari a -5,3%. Una flessione quindi molto più contenuta per questo aggregato di testate (nel 2017 c'è una testata in più, Il Tempo, che nel periodo della messa in liquidazione, nel 2016, non è stato censito da Ads) rispetto al complesso tutte le 61 testate monitorate da Ads che nel 2017 abbiamo visto hanno perso sul 2016 circa il 10% e decisamente meno rispetto alle testate “top 5” (ovvero Corsera, Repubblica, La Stampa, Gazzetta dello Sport e Sole 24 ore) che flettono complessivamente del 14%.

[per ingrandire clicca su immagine per versione interattiva clicca qui]

 

Se continuiamo a fare confronti tra il gruppo dei quotidiani locali e i prime cinque quotidiani nazionali è molto interessante vedere come le 43 testate locali pesino sul volume venduto complessivo delle 61 testate monitorate da Ads per il 47% mentre i “top 5” solo per il 38%. Se guardiamo però il peso di questi due gruppi sulla perdita di copie rispetto al 2016 la situazione di ribalta: i quotidiani locali nel loro insieme pesano sulla flessione del venduto solo per il 25% mentre i “top 5” per il 58%. Praticamente il gruppo dei 43 quotidiani locali vende poco meno della metà del totale dei quotidiani ma solo una copia persa su quattro è di un giornale locale.

[per ingrandire clicca su immagine per versione interattiva clicca qui]

 

La testata locale con il volume di venduto maggiore è Il Messaggero (Caltagirone) con 38 milioni di copie e una flessione di 2,9 milioni copie sul 2016 (la flessione maggiore in valori assoluti di tutte le testate locali). Le copie medie annue ad uscita sono 105.747 (unica testata rimasta sopra le 100 mila copie medie) in calo di circa 10 mila copie rispetto al 2016. Seguito dal Resto del Carlino e da La Nazione (entrambi di Poligrafici-Riffser) con volumi di venduto di 35,5 e 26 milioni di copie.

A livello percentuale le variazioni maggiori sono quelle in negativo della Nuova Venezia (Gruppo Gedi) -26% il differenziale tra 2017 su 2016 e Giornale di Sicilia -20%. In positivo solo tre testate migliorano i risultati dell'anno precedente: performance del Quotidiano di Sicilia (Edilservice) con incrementi superiori al 50% (anche se c’è da dire che, in valori assoluti, volumi di vendita sono tra i più bassi di tutto il lotto di giornali locali presi in considerazione), Il Corriere Adriatico che segna un +4,3% e Il Giorno (Poligrafici-Riffser) +3,7%.

Lelio Simi

giornalista, content curator at DataMediaHub
Si è formato nella carta stampata [Mattina Toscana - l'Unità] dove è diventato giornalista professionista. Dal 2001 inizia a occuparsi di informazione sul web in una delle prime digital media italiane [Wayin]. Da diversi anni svolge l'attività di freelance occupandosi prevalentemente (sia nella stampa tradizionale che in quella online) dei temi legati all'innovazione, all'economia al sociale e alle nuove tecnologie. Di strategie e marketing editoriale scrive su pagina99. Come consulente da anni si occupa di progettare e gestire strumenti e contenuti per la comunicazione corporate. Ha tenuto per quattro anni un blog personale "Senzamegafono".
About Lelio Simi 162 Articoli
Si è formato nella carta stampata [Mattina Toscana - l'Unità] dove è diventato giornalista professionista. Dal 2001 inizia a occuparsi di informazione sul web in una delle prime digital media italiane [Wayin]. Da diversi anni svolge l'attività di freelance occupandosi prevalentemente (sia nella stampa tradizionale che in quella online) dei temi legati all'innovazione, all'economia al sociale e alle nuove tecnologie. Di strategie e marketing editoriale scrive su pagina99. Come consulente da anni si occupa di progettare e gestire strumenti e contenuti per la comunicazione corporate. Ha tenuto per quattro anni un blog personale "Senzamegafono".

Commenta per primo

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: