Quanto vendono i quotidiani locali italiani? Volumi vendite gennaio-settembre 2017

Chiu­dia­mo que­sta “serie” sull’aggiornamento ai pri­mi nove mesi dell’anno (e con­fron­to con il pari perio­do 2016) sui volu­mi ven­di­ta dei quo­ti­dia­ni ita­lia­ni con il focus sul­le testa­te loca­li (qui e qui le pun­ta­te pre­ce­den­ti).

Come sem­pre spe­ci­fi­chia­mo anche que­sta vol­ta che i volu­mi com­ples­si­vi sono otte­nu­ti mol­ti­pli­can­do le copie medie del­la voce “tota­le ven­di­ta car­ta + digi­ta­le” per il nume­ro di usci­te effet­ti­ve. I dati del 2016 sono rife­ri­ti alla cer­ti­fi­ca­zio­ne DMC revi­sio­na­ti da Ads ed even­tual­men­te ret­ti­fi­ca­ti dagli edi­to­ri.

Nel­la scel­ta di inse­ri­re le testa­te nel­la cate­go­ria “loca­li” poi abbia­mo dovu­to fare del­le scel­te: ad esem­pio La Stam­pa è sicu­ra­men­te una testa­ta con un for­te “ani­ma” loca­le ma ci è sem­bra­to più cor­ret­to con­si­de­rar­la testa­ta nazio­na­le, men­tre Il Mes­sag­ge­ro, per fare un altro esem­pio, è quo­ti­dia­no con voca­zio­ne nazio­na­le ma con anco­ra più for­te rife­ri­men­to alle cro­na­che loca­li di Roma e del resto del Lazio (dove dif­fon­de cir­ca il 60% del­la pro­pria tira­tu­ra) ci è sem­bra­to inve­ce più giu­sto inse­rir­lo tra le testa­te loca­li.

Com­ples­si­va­men­te sono 42 le testa­te loca­li pre­se in con­si­de­ra­zio­ne in base ai dati di Ads (le testa­te sono quel­le per le qua­li è pos­si­bi­le fare un con­fron­to con anno pre­ce­den­te, ad esem­pio non c’è il Tem­po per­ché nel perio­do del­la mes­sa in liqui­da­zio­ne non è sta­to cen­si­to da Ads). Nel com­ples­so i loro volu­mi di ven­di­ta som­ma­no nei pri­mi nove mesi dell’anno 313,3 milio­ni di copie, in calo rispet­to ai 335,4 milio­ni dei pri­mi nove mesi del 2017 per un -6,6% che comun­que è net­ta­men­te infe­rio­re al -10,4% del com­ples­si­vo di tut­te e 60 le testa­te cen­si­te da Ads.

I volu­mi di ven­di­ta più alti sono regi­stra­ti dal Mes­sag­ge­ro (grup­po Cal­ta­gi­ro­ne) 29,1 milio­ni di copie e dal Resto del Car­li­no (Grup­po Poli­gra­fi­ci) 27,2 milio­ni di copie ven­du­te nei nove mesi, le uni­che due testa­te tra l’altro a supe­ra­re quo­ta 20 milio­ni di copie ven­du­te. In valo­ri asso­lu­ti a segna­re la fles­sio­ne più mar­ca­ta è però è un altro quo­ti­dia­no del grup­po Poli­gra­fi­ci edi­to­ria­le, La Nazio­ne che per­de sui pri­mi nove mesi del­lo scor­so anno 1,94 milio­ni di copie (-8,8%), segui­to dal Mes­sag­ge­ro (1,89 milio­ni di copie -6,1%) e Il Resto del Car­li­no (1,47 milio­ni di copie -5,1%).

 

Se inve­ce guar­dia­mo i valo­ri per­cen­tua­li le fles­sio­ni più mar­ca­te sono quel­le del­la Nuo­va Vene­zia (Gedi Edi­to­ria­le) con un net­to -33% ovve­ro -1,12 milio­ni di copie sul 2016. Male anche il Gior­na­le di Sici­lia con -24% (-1,32 milio­ni di copie).

Non tut­ti però han­no un segno nega­ti­vo nel con­fron­to con il 2016. Chi cre­sce è soprat­tut­to il Gior­no (Poli­gra­fi­ci) che rie­qui­li­bra in par­te le fles­sio­ni dei quo­ti­dia­ni del­la stes­sa “scu­de­ria” con un volu­me di ven­du­to di 404 mila copie ven­du­te in più rispet­to al perio­do gen­na­io-set­tem­bre del 2016 (+3,4%), segui­to dal Cor­rie­re Adria­ti­co (Cal­ta­gi­ro­ne edi­to­re) con +341 mila copie ven­du­te (+9,5%).

Da segna­la­re anche la per­for­man­ce del Quo­ti­dia­no di Sici­lia (Edi­ser­vi­ce Srl) che segna sul­lo scor­so anno un +334 mila copie nell’edizione quo­ti­dia­na (con un’impennata pari a +37,5%) e 59 mila copie ven­du­te in più nell’edizione del saba­to (che Ads cen­si­sce sepa­ra­ta­men­te). Que­ste del gior­na­le cata­ne­se sono a livel­lo per­cen­tua­le le cre­sci­te mag­gio­ri anche se c’è da dire che, in valo­ri asso­lu­ti, volu­mi di ven­di­ta sono quel­li più bas­si di tut­to il lot­to di gior­na­li loca­li pre­si in con­si­de­ra­zio­ne.

 

 

Lelio Simi

giornalista, content curator at DataMediaHub
Si è formato nella carta stampata [Mattina Toscana - l'Unità] dove è diventato giornalista professionista. Dal 2001 inizia a occuparsi di informazione sul web in una delle prime digital media italiane [Wayin]. Da diversi anni svolge l'attività di freelance occupandosi prevalentemente (sia nella stampa tradizionale che in quella online) dei temi legati all'innovazione, all'economia al sociale e alle nuove tecnologie. Di strategie e marketing editoriale scrive su pagina99. Come consulente da anni si occupa di progettare e gestire strumenti e contenuti per la comunicazione corporate. Ha tenuto per quattro anni un blog personale "Senzamegafono".
About Lelio Simi 145 Articoli
Si è formato nella carta stampata [Mattina Toscana - l'Unità] dove è diventato giornalista professionista. Dal 2001 inizia a occuparsi di informazione sul web in una delle prime digital media italiane [Wayin]. Da diversi anni svolge l'attività di freelance occupandosi prevalentemente (sia nella stampa tradizionale che in quella online) dei temi legati all'innovazione, all'economia al sociale e alle nuove tecnologie. Di strategie e marketing editoriale scrive su pagina99. Come consulente da anni si occupa di progettare e gestire strumenti e contenuti per la comunicazione corporate. Ha tenuto per quattro anni un blog personale "Senzamegafono".

Commenta per primo

Lascia un commento