Valutare la Presenza di un Newsbrand sui Social

Se prima c’è stata, anche da parte dei newsbrand, “la corsa” ai social, spesso ancora oggi gestiti in maniera assolutamente inadeguata tranne che in rarissimi casi, ora è l’epoca della disillusione e della preoccupazione.

Cosa deve dunque fare il social media editor, equivalente in ambito editoriale del social media strategist per quanto riguarda i brand, per valutare le strategie di presenza del giornale sui diversi social media e social network identificando ruolo e significato di ciascun canale, di ciascun medium?

Sono attualmente cinque i punti chiave da valutare:

  • Brand Expression: Una volta definita la brand personality si potrà di conseguenza definire la brand expression, ovvero come il [news]brand si esprime, comunica. Il suo stile, il suo “tono di voce” e tutti gli altri elementi della comunicazione.
  • User Engagement: Attualmente la modalità universalmente adottata per misurare l’engagement è quella di sommare le interazioni generate dai post [like+commenti+condivisioni] diviso per il numero di post di un determinato giorno a loro volta divisi per il numero di fan e moltiplicato per 100.  Si tratta a mio avviso di una convenzione errata, da rivedere. Infatti i tre “atti” compiuti dalle persone hanno un valore, un peso completamente diverso sia in termini di time spending che, soprattutto, di coinvolgimento, appunto. Ciò detto, la misurazione e l’analisi dell’engagement resta fondamentale, assieme alla reach, alla portata effettiva del messaggio, come elemento di misurazione ed analisi.
  • New Users: Se, come dovrebbe essere, anche se poi nei fatti ad oggi le evidenze dicono il contrario, i social sono piattaforme per entrare in relazione con nuove persone, potenziali nuovi lettori nel caso dei newsbrand, quanti nuovi utenti è in grado di [ap]portare un determinato social rispetto ad un altro?
  • Relative Monetization: Rispetto alla resa economica di un articolo sul proprio sito quali sono i ricavi generati da soluzioni quali, ad esempio, Instant Articles?
  • Opportunity to subscribe: Quanto una determinata piattaforma social è in grado potenzialmente di generare abbonamenti al newsbrand gestito.

Allo scopo, mutuando quanto viene fatto, ad esempio, dal quotidiano tedesco Bild, abbiamo realizzato una tabella che serva da guida per il lavoro da svolgere. Scegliete voi se attribuire un valore a ciascuna casella, per poi ponderare i risultati emergenti, o se preferite adottate un codice colore che indichi la positività, o meno, di ciascun item. Buon lavoro.

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

About Pier Luca Santoro 3057 Articoli
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification. Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

Commenta per primo

Lascia un commento