Analisi delle Conversazioni sui Social per i Referendum di Veneto & Lombardia

C’è chi gri­da al mira­co­lo e chi inve­ce invo­ca uno stop “alle pic­co­le patrie” sul­le pri­me pagi­ne dei quo­ti­dia­ni di oggi, ma non vi è dub­bio che al di là del ple­bi­sci­to di si, natu­ral­men­te, tra chi è anda­to a vota­re, l’orientamento sul­la que­stio­ne pre­sen­ta una deci­sa spac­ca­tu­ra tra il voto in Vene­to e quel­lo in Lom­bar­dia.

È que­sto quan­to emer­ge non solo dal­le urne, con Mila­no che si fer­ma al 25.8% di votan­ti, che diven­ta poco meno del 22 se si con­si­de­ra la sola cit­tà capo­luo­go, e il Vene­to con inve­ce il 57.2 per cen­to degli elet­to­ri alle urne, ma anche dall’analisi del­le con­ver­sa­zio­ni sui social.

Infat­ti, se i volu­mi del­le con­ver­sa­zio­ni sui social sono abba­stan­za simi­li: 14.509 men­tion per #Refe­ren­du­mAu­to­no­mia con­tro le 15.279 cita­zio­ni di #Refe­ren­dum­Lom­bar­dia, ben diver­so è il teno­re, “il sen­ti­ment” di que­ste.

Men­tre per quan­to riguar­da #Refe­ren­du­mAu­to­no­mia i post che han­no avu­to mag­gior enga­ge­ment sono quel­li favo­re­vo­li all’autonomia del Vene­to, qua­lun­que cosa que­sto signi­fi­chi, con l’account Insta­gram di Vene­to ai Vene­ti che, nono­stan­te un nume­ro rela­ti­va­men­te con­te­nu­to di fol­lo­wer piaz­za tut­ti i suoi post tra i pri­mi tre per coin­vol­gi­men­to [1 / 2 / 3], segui­ti dal post di Invi­to al Voto del Gover­na­to­re del­la Regio­ne ad ini­zio del­la gior­na­ta su Face­book, ben diver­se sono le ver­ba­liz­za­zio­ni che rac­col­go­no mag­gior inte­res­se per #Refe­ren­dum­Lom­bar­dia.

In que­sto caso a pre­va­le­re è la cri­ti­ca incen­tra­ta per­lo­più sull’inutilità del refe­ren­dum e sul costo del­la con­sul­ta­zio­ne. Ad ave­re il mag­gior con­sen­so, a gene­ra­re il mag­gior enga­ge­ment, sono infat­ti i tweet di Alber­to Mel­lo­ni,  sto­ri­co stu­dio­so di sto­ria del cri­stia­ne­si­mo e mol­to altro anco­ra, che scri­ve lapi­da­rio «Pro memo­ria sul #refe­ren­dum­lom­bar­dia: 1. Non ser­ve la tes­se­ra elet­to­ra­le 2. Non ser­ve rag­giun­ge­re il quo­rum 3. Non ser­ve», segui­to da Mar­co Tra­va­glio, che posta la fra­se del gior­no del quo­ti­dia­no da lui diret­to, anche in que­sto caso mol­to cri­ti­ca su inu­ti­li­tà del voto e su spre­co in ter­mi­ni di costi [al riguar­do, a tito­lo di curio­si­tà, dicia­mo, si segna­la che Tra­va­glio non è auto­re in pri­ma per­so­na dei suoi tweet], e da Mar­ta Ecca, col­la­bo­ra­tri­ce alla Came­ra dei Depu­ta­ti pro­prio per la comu­ni­ca­zio­ne su social, che è altret­tan­to cri­ti­co.

Infi­ne, men­zio­ne d’onore per il pro­fi­lo fal­so e sem­pre spas­so­so di Vujadln Boskov che a modo suo spie­ga che  «lom­bar­dia fat­to refe­ren­dum per indi­pen­den­za così #milan può ave­re spe­ran­ze di arri­va­re ter­zo in clas­si­fi­ca #Milan­Ge­noa  #refe­ren­dum­lom­bar­dia», inse­ren­do­si nel­la “top ten” per enga­ge­ment sul­la key­word  #Refe­ren­dum­Lom­bar­dia con 204 ret­weet e 405 mi pia­ce.

Il clu­ster del­le con­ver­sa­zio­ni sul­le due paro­le chia­ve ana­liz­za­te evi­den­zia ulte­rior­men­te altri aspet­ti qua­le il fat­to che non sia­no anco­ra sta­te scru­ti­na­te il 100% del­le sche­de e che gli scru­ta­to­ri sia­no rima­sti in “ostag­gio” all’interno del­le scuo­le, vicen­da che uni­ta ai tan­ti dub­bi sul­la sicu­rez­za del voto elet­tro­ni­co fat­ti emer­ge­re da Mat­teo Flo­ra alla vigi­lia del voto ren­de ancor più pro­fon­da la spac­ca­tu­ra tra Vene­to e Lom­bar­dia.

Insom­ma, al di là di tut­te le con­si­de­ra­zio­ni pos­si­bi­li, anche poli­ti­che ovvia­men­te, emer­ge con chia­rez­za l’aderenza tra social e offli­ne. Un con­ti­nuum che si spe­ra alme­no abbia come risul­ta­to il met­te­re a tace­re quel­li che anco­ra scri­vo­no del “popo­lo del web”.

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social
About Pier Luca Santoro 3067 Articoli

Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

Commenta per primo

Lascia un commento