7 chart su readership, copie vendute e ricavi dei quotidiani italiani

Come nostra abitudine aggreghiamo un po’ di chart, realizzate in questi ultimi mesi nei singoli articoli di analisi dei media italiani, per fare emergere alcuni aspetti che ci sembrano particolarmente importanti per ulteriori riflessioni.

1) Rapporto Censis 2017: in Italia per i quotidiani ruolo sempre più marginale

La prima chart sono relative al più recente rapporto Censis che ha messo in evidenza come il ruolo dei giornali (ed in particolare dei quotidiani cartacei) sia sempre più marginale nella società italiana. Un dato che si ripercuote, purtroppo, anche nelle loro versioni online che per la prima volta segnano una regressione (seppure molto lieve) dopo anni di crescita. I quotidiani cartacei perdono – tra le fonti di informazioni degli italiani – più di 6 punti percentuale rispetto al rapporto dello scorso anno e quelli online non riequilibrano questa flessione ma anzi perdono anche loro un 0,3%.

2) Readership quotidiani italiani (dati Audipress 2017/II)

Anche il secondo aggiornamento annuale del rapporto Audipress conferma, come si può leggere dai dati della chart, che per i maggiori quotidiani italiani la readership (il lettorato se preferiamo usare termine in italiano) è per tutti in calo, con qualche – per fortuna – eccezione in particolare dovuta a quotidiani a vocazione prevalentemente locale come il resto del Carlino, il Gazzettino e l’Eco di Bergamo.

3) Quanto hanno venduto i quotidiani italiani nei primi 6 mesi dell’anno? (volumi complessivi vendita )

I dati dei volumi complessivi del venduto (carta +digitale) dei quotidiani italiani: la chart mostra la differenza dei primi sei mesi del 2017 con i primi sei del  2016.

4) Ricavi Editori di Quotidiani Quotati in Borsa (Rcs, Gruppo Espresso-Gedi, Gruppo 24 Ore, Caltagirone editore e Poligrafici editoriale)

Numeri che hanno ovviamente il loro effetto anche sui ricavi complessivi dei principali editori di quotidiani italiani come è possibile vedere da questa chart relativa al dato aggregato dei cinque gruppi italiani quotati in Borsa editori di quotidiani (ovvero Rcs, Gruppo Espresso-Gedi, Gruppo 24 Ore, Caltagirone editore e Poligrafici editoriale)

5) Andamento capitalizzazioni 2013-2017 (top 5 gruppi editoriali)

Interessante è anche mettere in evidenza il dato sull’andamento del valore di capitalizzazione che questi cinque gruppi editoriali hanno avuto in questi ultimi anni, con un incremento, nonostante tutto, di questi ultimi mesi del 2017, segno che i piani di rilancio presentati stanno convincendo positivamente gli investitori.

6 e 7) Bilancio divisioni Gedi Editoriale: numeri negativi per Repubblica

In questi giorni si è parlato molto tra addetti ai lavori dei nuovo assetto ai vertici della redazione di Repubblica e del suo nuovo progetto grafico che verrà lanciato tra poco. Alla base di questi movimenti c’è – come molti hanno sottolineato – il tentativo di arginare la perdita di copie registrata dalla testata in questi ultimi anni. Già negli scorsi mesi noi avevamo già messo in risalto alcuni numeri decisamente negativi per Repubblica.

Lelio Simi

giornalista, content curator at DataMediaHub
Si è formato nella carta stampata [Mattina Toscana - l'Unità] dove è diventato giornalista professionista. Dal 2001 inizia a occuparsi di informazione sul web in una delle prime digital media italiane [Wayin]. Da diversi anni svolge l'attività di freelance occupandosi prevalentemente (sia nella stampa tradizionale che in quella online) dei temi legati all'innovazione, all'economia al sociale e alle nuove tecnologie. Di strategie e marketing editoriale scrive su pagina99. Come consulente da anni si occupa di progettare e gestire strumenti e contenuti per la comunicazione corporate. Ha tenuto per quattro anni un blog personale "Senzamegafono".

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.