La timeline di Piattaforme Social & Editori

Il Tow Center for Digital Journalism ha prodotto la timeline che individua gli sviluppi chiave sulle piattaforme social utilizzate dai publisher attraverso la quale è possibile esplorare i cambiamenti più significativi e verificare  se e quanto queste aziende si adattano alle nuove relazioni con gli editori.

Gli sviluppi tendono a rientrare in alcune categorie: cambiamenti di prodotto, lanci e espansioni [come ad esempio il lancio di Istant Articles];  Partnerships con i publisher [Google News Lab, Facebook Journalism Project]; Sviluppo delle policy [ gli sforzi riguardo le “fake news”, il terrorismo ed i termini di utilizzo]; Le modifiche agli algoritmi che influenzano la content curation e il news feed  [che teoricamente dovrebbero ridurre il clickbait]; E, last but not least, pubblicità / revenues [più formati per gli ads, supporto per la sottoscrizione, di cui tanto si parla proprio in questi giorni].

La timeline sottostante riepiloga i cambiamenti di Facebook dalla nascita, dal 2004, al 22 Agosto 2017, ad oggi, ma sul sito del Tow Center for Digital Journalism sono disponibili quelle relative a tutte le piattaforme social [e non] da Google ad Amazon passando per LinkedIn e Instagram, solo per citarne alcuni.

Ottimo lavoro che, tra le altre cose, [di]mostra come anche i giganti del tech, i cosidetti OTT, falliscano spesso e volentieri, prendendo per buone le loro dichiarazioni di intenti che invece spesso hanno secondi fini com’è il caso, uno per tutti, di Instant Articles di Facebook.

Social
Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

One thought on “La timeline di Piattaforme Social & Editori

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.