I Dolori di Snapchat in una Infografica

Snap Inc, la società che detiene la “camera company” Snapchat, ha reso pubblici i risultati relativi al secondo trimestre 2017. Risultati molto attesi dopo che il titolo in Borsa era già scivolato ampiamente al di sotto del livello di prezzo della quotazione arrivando a 12.65 dollari contro i 18 dell’OPA e il picco massimo di 21.93 del 25 Maggio scorso. Lo diciamo diciamo subito, non è andata bene, per niente, ed infatti al momento della redazione di questo articolo il titolo tocca un nuovo minimo a quota 11.46 dollari.

I ricavi passano nel trimestre dai 71.8 milioni di $ del 2016 agli attuali 181.6, mentre nel semestre i ricavi addirittura triplicano arrivando a 331.3 milioni di dollari contro i 110.6 del periodo corrispondente dell’anno precedente. Peccato che altrettanto succeda con le perdite. Infatti, dai 115.9 milioni di perdite del primo trimestre 2016 il rosso schizza a -443.1 milioni di dollari. Ancora peggio il consolidato del semestre che presenta perdite per 2651 milioni di dollari contro i 220.4 di rosso del primo semestre 2016. Dieci volte tanto.

Flop anche per gli “Spectacles”, i camera glasses, le cui vendite si stima siano state di 41.500 unità nel secondo trimestre contro le 64mila del primo trimestre 2017. Il 35% in meno.

Soprattutto è il rallentamento sempre più evidente nella crescita degli utenti unici giornalieri a deludere i mercati e preoccupare sulle effettive prospettive nel medio periodo di Snapchat. Anche in questo caso la crescita registrata è la più bassa dalla nascita della camera company ad oggi con un aumento di soli 7 milioni di utenti, il 4.2% in più rispetto al primo trimestre 2017. Crescita trainata dagli USA con l’Europa che vede aumentare gli utenti unici di soli 2 milioni di persone [+3.6%], con un buon presidio in Regni Unito e Francia, dove secondo le dichiarazioni del CEO, Evan Spiegel, effettuate nella conference call di commento ai risultati, il 25% degli utenti di Internet usa Snapchat mentre nel resto il livello di penetrazione è di gran lunga inferiore [in italia la stima è di un range tra 700mila ed un milione di utenti attivi].

Se si considera che ad un anno dal lancio Istagram Stories ha raggiunto i 250 milioni di utenti attivi e che altrettanti sono coloro che usano WhatsApp Status, lanciato nel Febbraio di quest’anno, si completa il quadro d’assieme su i problemi di Snapchat al quale qualcuno fornisce 8 consigli, 8 modi per risolvere le attuali problematiche.

Sarebbe ovviamente un azzardo allo stato attuale fare previsioni sul destino della camera company andando ad arricchire la lunga lista di medium per i quali è stata annunciata troppe volte la morte. Quel che è certo è che in generale gli utenti che utilizzano esclusivamente Snapchat siano davvero pochi e che dunque dal punto di vista degli investitori pubblicitari, vi sono modalità alternative e più efficaci per coprire al 99% lo stesso pubblico.

Infine, come ho già avuto modo di dire a più riprese, questo è ancora più vero per l’Italia dove i nueri sono davvero risicati, ad essere generosi, e con l’attuale stato dell’arte generale del social media marketing nel nostro Paese, con poche centinaia di aziende/brand che hanno sviluppato buone pratiche e il resto ancora a livelli preistorici, assolutamente inadeguati, prima di cavalcare, eventualmente, Snapchat sarà bene darsi, almeno, una strategia di presenza sugli altri social.

L’infografica sottostante, realizzata ad hoc in base ai dati forniti da Snap Inc, riassume i dati dal primo trimestre 2014 ad oggi su utenti unici giornalieri, loro segmentazione per area geografica e trend di crescita rispetto al trimestre precedente dell’anno corrispondente.

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social
About Pier Luca Santoro 3039 Articoli
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification. Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

Commenta per primo

Lascia un commento