Il valore degli editori di quotidiani italiani: andamento capitalizzazioni 2013-2017

Il 2017 lo abbiamo scritto più volte è un anno decisivo per capire un po’ di cose importanti sul futuro dell’editoria italiana. Anche dal punto finanziario: nuove proprietà (Rcs), fusioni (Gruppo Espresso-la Stampa), lancio nuova Opa (Caltagirone) Editore, e poi la situazione al Sole 24 Ore, tutte manovre che proprio in questi mesi dovranno dare dei segnali chiari al mercato finanziario.

Nel dicembre del 2007, prima della crisi, il valore delle capitalizzazioni dei quattro principali gruppi editoriali (quelli legati ai quotidiani) era di 4,5 miliardi di euro a fine giugno di quest’anno questo valore è sceso a 1,23 miliardi di euro (ovvero una perdita di valore pari a 3,28 miliardi).

La crisi ovviamente ha colpito tutti (ma un confronto con altri settori industriali lo faremo in un prossimo articolo) in questa analisi ci concentriamo sul valore di capitalizzazione di questi ultimi anni e sull’andamento  dei primi mesi del 2017 dei quattro gruppi: Rcs mediagroup, Gruppo Espresso (Gedi Editoriale da maggio di quest’anno), Caltagirone editore e Poligrafici editoriale.

Cosa dicono i numeri? Se il confronto con i valori pre-crisi sono impietosi, quelli raggiunti in questi mesi sono decisamente più positivi se raffrontati con il quinquennio precedente. Se a fine luglio del 2013 il valore di capitalizzazione complessivo dei quatro gruppi era di 1,084 miliardi di euro quello di fine giugno 2017 (l’ultimo report “storico” di fine mese pubblicato ad oggi dalla Borsa Italiana) è di 1,235 miliardi (+14%).

Segnali positivi anche rispetto agli ultimi tre anni: uno dei punti più bassi è rappresentato dal valore complessivo dei quattro gruppi raggiunto a fine dicembre 2015: 602 milioni di euro (determinato sopratutto dalla drammatica flessione di Rcs), ma da allora si torna a crescere. L’incremento del valore di giugno 2017 rispetto a dicembre 2015 è importante 633 milioni, più del doppio ( e anche qui determinante è Rcs che guida la crescita del proprio valore di capitalizzazione di 317 milioni).

Se guardiamo ai singoli gruppi di Rcs si è detto ma ha valore sottolineare la crescita del proprio valore di mercato ottenuta dalla gestione Cairo: +46% se si raffrontano i dati di fine dicembre 2016 con giugno 2017 (202 milioni di euro), +51% rispetto a luglio 2016. Ma c’è da dire che il raffronto di fine mese tra giugno e dicembre 2016 è per tutti positivo, anche se con valori di crescita decisamente diversi: +37,2% per Gedi-Espresso, +13% per il Sole 24 Ore (2,05 milioni di euro), +58% per Caltagirone editore e +9,6 per Poligrafici. Una prima metà di 2017 quindi decisamente positiva, con un incremento di valore di capitalizzazione complessivo per i quattro gruppi di 370 milioni (+43%) rispetto a fine dicembre 2016.

***

Lelio Simi

giornalista, content curator at DataMediaHub
Si è formato nella carta stampata [Mattina Toscana - l'Unità] dove è diventato giornalista professionista. Dal 2001 inizia a occuparsi di informazione sul web in una delle prime digital media italiane [Wayin]. Da diversi anni svolge l'attività di freelance occupandosi prevalentemente (sia nella stampa tradizionale che in quella online) dei temi legati all'innovazione, all'economia al sociale e alle nuove tecnologie. Di strategie e marketing editoriale scrive su pagina99. Come consulente da anni si occupa di progettare e gestire strumenti e contenuti per la comunicazione corporate. Ha tenuto per quattro anni un blog personale "Senzamegafono".
About Lelio Simi 141 Articoli
Si è formato nella carta stampata [Mattina Toscana - l'Unità] dove è diventato giornalista professionista. Dal 2001 inizia a occuparsi di informazione sul web in una delle prime digital media italiane [Wayin]. Da diversi anni svolge l'attività di freelance occupandosi prevalentemente (sia nella stampa tradizionale che in quella online) dei temi legati all'innovazione, all'economia al sociale e alle nuove tecnologie. Di strategie e marketing editoriale scrive su pagina99. Come consulente da anni si occupa di progettare e gestire strumenti e contenuti per la comunicazione corporate. Ha tenuto per quattro anni un blog personale "Senzamegafono".

Commenta per primo

Lascia un commento