Selfie

Ad oltre tre anni dall’apertura di que­sto labo­ra­to­rio è giun­ta l’ora di vol­ta­re pagi­na e dar cor­po alle novi­tà che ave­va­mo anti­ci­pa­to.

Abbia­mo aper­to l’area com­mu­ni­ty, con­ce­pi­ta in sti­le “stan­zet­te di Frien­d­Feed” [o grup­pi di Face­book se non sie­te pra­ti­ci di quel­la che è sta­ta ad oggi pro­ba­bil­men­te la miglior piat­ta­for­ma social – poi acqui­sta­ta e chiu­sa pro­prio da Face­book], con l’idea di for­ni­re uno spa­zio dove con­fron­tar­si tan­to civil­men­te quan­to appas­sio­na­ta­men­te sui temi lega­ti a media, gior­na­li­smi e comu­ni­ca­zio­ne sen­za sot­to­sta­re a rego­let­te e algo­rit­mi del­le piat­ta­for­me social.

È pos­si­bi­le iscri­ver­si alla new­slet­ter che avrà caden­za set­ti­ma­na­le, la dome­ni­ca. Un dige­st set­ti­ma­na­le di rie­pi­lo­go che, vi anti­ci­pia­mo, non con­ter­rà sola­men­te gli arti­co­li pub­bli­ca­ti in que­sto spa­zio, anzi, ma sarà un “sun­day brunch” che pro­ve­rà ad offri­re un pano­ra­ma di quel­li che sono i prin­ci­pa­li fat­ti, e natu­ral­men­te dati, sull’ambito di inte­res­se di Data­Me­dia­Hub e dun­que di voi che ci leg­ge­te [GRAZIE!].

Ed anco­ra, da oggi, dopo qual­che pri­ma spe­ri­men­ta­zio­ne in que­sti mesi, pas­sia­mo al pay-per-arti­cle. Qua­si tut­ti gli arti­co­li pub­bli­ca­ti in que­sti spa­zi saran­no a paga­men­to con un costo varia­bi­le tra 0.25 e 0.75 euro. Nes­sun vin­co­lo, nes­sun obbli­go. Se l’articolo vi inte­res­sa in soli due click, pagan­do con pay­pal o car­ta di cre­di­to, potre­te acqui­star­lo. Natu­ral­men­te vale asso­lu­ta­men­te la for­mu­la sod­di­sfat­ti o rim­bor­sa­ti. Se quan­to ave­te paga­to non cor­ri­spon­de alle vostre aspet­ta­ti­ve scri­ve­te­ci, com­pi­lan­do il form, spie­gan­do­ci cor­te­se­men­te il per­chè e vi ver­rà riac­cre­di­ta­to l’importo. Stia­mo pen­san­do anche ad altre for­me di paga­men­to, maga­ri “all you can eat” e se ave­te del­le idee, dei sug­ge­ri­men­ti, sono asso­lu­ta­men­te ben accet­ti, come sem­pre.

Post-it, rubri­ca par­ti­co­lar­men­te apprez­za­ta reste­rà gra­tui­to ogni Vener­dì, men­tre sarà pub­bli­ca­to a paga­men­to alle 07:45 di Mar­te­dì, Mer­co­le­dì e Gio­ve­dì, for­nen­do come d’abitudine una sele­zione ragio­nata del­le noti­zie su media, gior­na­li­smi e comu­ni­ca­zione da non per­dere, com­men­ta­te.

Visto che abbia­mo ruba­to una fra­zio­ne del nostro tem­po per par­la­re di noi stes­si, vi lascia­mo con in dati del Geor­gia Insti­tu­te of Tech­no­lo­gy che ha ana­liz­za­to la bel­lez­za di 2.5 milio­ni di sel­fie su Insta­gram. Desk research dal­la qua­le emer­ge che l’apparenza è di gran lun­ga in pri­ma posi­zio­ne per quan­to riguar­da i post nei qua­li le per­so­ne si auto-ritrag­go­no. Noi, al con­tra­rio, con­ti­nue­re­mo a dar­vi sostan­za come, cre­dia­mo di poter dire, è avve­nu­to in que­sti anni. Gra­zie dell’attenzione.

Social

Pier Luca Santoro

Marketing & Communication at DataMediaHub
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification.
Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].
Social

Latest posts by Pier Luca Santoro (see all)

About Pier Luca Santoro 3086 Articoli
Pier Luca Santoro è un esperto di marketing, comunicazione & sales intelligence. Project Manager @DataMediaHub . Dal 1998 opera come consulente per progetti di posizionamento strategico, organizzazione, comunicazione & formazione per aziende pubbliche e private, associazioni di categoria e amministrazioni pubbliche. Sperimentatore e creativo ha sviluppato un’esperienza significativa nell’ambito dell’edutainment, nell’utilizzo dei giochi come medium e la gamification. Dal 1987 in poi é stato responsabile del marketing e dell’organizzazione commerciale di grandi imprese [Star, Giuliani, Bonomelli].

Commenta per primo

Lascia un commento